Maneschi e offensivi verso le mogli, il giudice ordina l'arresto per due

I casi a Porto Cesareo e Melpignano. Un 46enne ai domiciliari e un 56enne in carcere. Le misure sono state eseguite dai carabinieri

LECCE –Violenza nei confronti delle donne, un dramma quotidiano. Tanto che non manca davvero quasi giorno senza qualche provvedimento a carico di uomini resisi responsabili di gravi episodi. Ben due arresti sono stati eseguiti nei giorni scorsi dai carabinieri in diverse località salentine per vicende accomunate da un comun denominatore: in entrambi i casi, si tratta dei mariti.

Uno di questi episodi è avvenuto a Porto Cesareo. Qui, a carico di un 46enne, i militari hanno eseguito un’ordinanza della sezione del giudice per le indagini preliminari  del Tribunale di Lecce per sostituire il divieto di avvicinamento alla parte offesa con gli arresti domiciliari, per via di maltrattamenti nei confronti della coniuge con cui conviveva.

L’altro episodio riguarda Melpignano, dove, sempre per ordine del gip, in seguito a indagini eseguite dai carabinieri della stazione di Corigliano d’Otranto, un 56enne è stato prelevato e condotto in carcere.

Si è appurato, infatti, che nel corso degli ultimi anni, l’uomo si è reso responsabile di ripetuti maltrattamenti nei confronti della consorte, usando violenza e umiliandola, fino a provocarle una costante situazione di prostrazione psichica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento