Ragazzo di 20 anni trovato morto con un colpo d'arma da fuoco alla tempia

La tragedia scoperta in prima mattinata nei pressi della Porto Cesareo-Torre Lapillo. Inutili i soccorsi del 118. Probabilmente un suicidio

Nelle foto, il luogo in cui è avvenuto il fatto.

PORTO CESAREO – Tragica mattinata nel Salento. Un ragazzo di 20 anni, Alessandro Paladini, è stato trovato morto in una zona di campagna non lontano dalla strada che collega Torre Lapillo a Porto Cesareo, nell'area del maneggio di proprietà della sua stessa famiglia, dove si svolgono preprazoni per i cavalli da corsa, nei pressi del camping Torre Castiglione. La tragica scoperta da parte del padre, all'alba di oggi.

Intorno alle 6 e mezzo, infatti, il corpo del giovane è stato trovato riverso per terra, con una visibile ferita alla tempia, provocata da un fucile. Nella totale disperazione del momento, l'uomo ha allertato immediatamente i soccorsi, per chiedere aiuto. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, ma il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Inutili, infatti, le manovre e i tentativi da parte del personale sanitario: lo studente universitario era ormai privo di vita e il suo cuore aveva cessato di battere.

Il video: Il macabro ritrovamento all'alba

Sul luogo del tragico ritrovamento, per gli approfodimenti, i carabinieri della compagnia di Campi Salentina, i colleghi della stazione di Porto Cesareo e anche il pubblico ministero della Procura di Lecce Giovanna Cannalire. Dai primi accertamenti eseguiti dagli inquirenti, l'ipotesi di un suicidio sembra essere quella accreditata. Sebbene, almeno in un primo momento, la modalità del decesso abbia fatto temere ben altri scenari, ci sarebbe stata la volontà di togliersi la vita all'origine della macabra scoperta di questa mattina.

Difficile, però, stabilire la verità completa e fornire risposte a una famiglia, molto stimata, ora straziata dal dolore. Alessandro, studente presso l'ateneo leccese, è stato descritto come un ragazzo molto tranquillo, piuttosto introverso. Saranno ora le indagini a stabilire che cosa sia veramente accaduto, per poter scongiurare, del tutto, il coinvolgimento di altri soggetti.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • Come annaffiare le piante quando sei in vacanza

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Autovelox su statali e provinciali: ridefiniti i tratti dove possono essere installati

  • Morto Giovanni Semeraro, il patron che ha portato il Lecce dentro il calcio moderno

  • Due incidenti: un 18enne in codice rosso e una giovane incinta al "Fazzi"

Torna su
LeccePrima è in caricamento