Dito puntato contro il bacino: depositi di Poseidonia ostruiscono deflusso delle acque

La segnalazione da parte di un cittadino di Ugento, il quale ha fotografato la situazione in cui versa il bacino di Torre San Giovanni, sullo Ionio

Il bacino di Torre San Giovanni.

TORRE SAN GIOVANNI (UGENTO )– Depositi di Poseidonia oceanica che, ormai da diverse settimane, impedirebbero il corretto deflusso delle acque in una zona fondamentalmente paludosa. La segnalazione, con tanto di foto allegate, giunge da alcuni lettori di Ugento, relativamente all’attuale situazione in cui versa il bacino di bonifica nel centro abitato di Torre San Giovanni, la frazione marina del comune messapico.

“Solitamente gli accumuli di Poseidonia, che regolarmente ostruiscono il canale, vengono raccolti tramite un un mezzo pesante cingolato”, spiega un cittadino.  “Questa volta, però, essendo trascorso troppo tempo tra una rimozione e l'altra, il mezzo non è riuscito a rimuovere le alghe che, nel frattempo, si sono accumulate sotto i due ponti che attraversano il canale allo sbocco nella zona del lungomare, zona che il braccio del mezzo cingolato non è riuscito a raggiungere.

Il Consorzio di bonifica “Ugento li Foggi” è deputato alla pulizia del tratto di canale interessato dall’accumulo di alghe ogni circa due mesi. Ma, essendo un fenomeno dovuto all’azione delle correnti, bisognerebbe vigilare e intervenire ogni qualvolta sia necessario, in quanto il bacino è stato costruito per bonificare una zona di natura paludosa, e "la sua azione è fondamentale per garantire la salubrità di tutto l’abitato di Torre San Giovanni”, così come ha sottolineato il cittadino di Ugento.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Auto sbanda e si ribalta un paio di volte: in due in prognosi riservata

  • Politica

    Frazione organica, ritiro a singhiozzo: le buste devono essere compostabili

  • Attualità

    De Candia e Leandro, memoria a rischio: le loro opere molto copiate dai falsari

  • Cronaca

    Il nuovo pentito della Scu: “La mia latitanza anche a Porto Cesareo”

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Sorpassa due auto, poi il frontale con la terza: 30enne in codice rosso

  • Violenta lite in famiglia. Colpisce con un coltello la cognata: arrestato

  • Torna il linguaggio mafioso a Parabita: minacce ai commissari e manifesti funebri al candidato

  • Carne conservata male e lavoratori in nero: maxi multa a un negoziante

Torna su
LeccePrima è in caricamento