Panico nella stazione di servizio: positivo a cannabis e cocaina il conducente

Un 31enne di Caprarica di Lecce era stato portato al "Vito Fazzi" dopo un incidente causato in una stazione di servizio. Nell'occasione la prontezza di riflessi di una donna ha evitato conseguenze peggiori

LECCE - Patente ritirata, auto sequestrata ai fini della confisca, denuncia per guida sotto effetto di stupefacenti con l'aggravante dell'incidente provocato nella stazione di servizio Esso, sulla Ss 16, in territorio di Cavallino. 

Per F.L., 31enne di Caprarica di Lecce, sono le conseguenze inevitabili dopo essere stato trovato positivo ai cannabinoidi e alla cocaina all'esito delle analisi fatte al "Vito Fazzi", domenica mattina. Nell'ospedale leccese l'uomo era stato trasportato dal personale del 118 per le ferite lacerocontuse rimediate alla testa quando il suo Suv, un Bmw X3, si è schiantato contro la colonna per l'attivazione del rifornimento automatico. 

Video | Le impressionanti immagini dell'impatto

Erano da poco trascorse le sette del mattino e una donna si stava accingendo al rifornimento. Con grande prontezza di riflessi, dopo che l'auto aveva fatto il suo ingresso nell'area di servizio con una sorta di carambola sul guardrail, si è resa conto dell'imminente pericolo e ha fatto appena in tempo a spostarsi di qualche metro prima che il veicolo piombasse contro il manufatto che ha sostanzialmente resistito all'impatto essendo progettato in funziono antirapina e costruito con sbarre in acciaio.

Senza titolo-1-16-20

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento