Presunti illeciti, scatta il sequestro per il lido "Zenzero beach"

Il provvedimento è stato disposto dal gip per la struttura sorta sul lungomare di San Foca. Tre le persone iscritte nel registro degli indagati a vario titolo

LECCE – A poche settimane dall’inizio della stagione balneare sono scattati i sigilli per il lido “Zenzero Beach” sul lungomare Matteotti di San Foca. Il provvedimento di sequestro è stato eseguito dagli agenti della polizia provinciale su disposizione del gip del Tribunale di Lecce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tre i nomi iscritti nel registro degli indagati: il dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Melendugno, l’architetto Salvatore Petrachi, 61 anni; il geometra Angela De Giovanni, istruttore tecnico comunale; e Andrea Mascali, 26enne di San Foca. L’inchiesta, coordinata dal pubblico ministero Maria Vallefuoco, riguarda i presunti illeciti nella realizzazione del nuovo stabilimento balneare, nato da quello che un tempo era “Le Fontanelle”. I permessi avrebbero dovuto consentire solo una ristrutturazione e non la realizzazione di nuove opere permanenti. L’intero iter è finito al vaglio della magistratura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

Torna su
LeccePrima è in caricamento