homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Progetto per prevenzione e sicurezza sul lavoro, 100mila euro per quattro scuole leccesi

Grazie al progetto "Insieme", selezionato dall'Istituto nazionale di documentazione e ricerca innovativa, in arrivo un finanziamento dal ministero del Lavoro nell'ambito del programma "Memory Safe", gestito in collaborazione con il dicastero dell'Istruzione

Il "Banzi-Bazoli".

LECCE – Un bando per diffondere nelle scuole la cultura della salute e della prevenzione, un finanziamento di quasi 100mila euro per quattro scuole leccesi che hanno presentato il progetto InSieMe – Inclusivamente sicuri è meglio.

L’istituto tecnico “Grazia Deledda”, lo scientifico “Banzi-Bazoli”, l’istituto comprensivo “Galateo-Frigole” e quello comprensivo “Ammirato-Falcone” sono state selezionate dall’Istituto nazionale di documentazione e ricerca innovativa (Indire) nell’ambito di Memory Safe, bando finanziato dal ministero del Lavoro e gestito in collaborazione con quello dell’Istruzione.

“Un modo per formare i giovani, futuri lavoratori, sui temi della sicurezza e della consapevolezza del rischio – ha commentato Flaminio Galli, direttore generale di Indire - unendo gli aspetti normativi con quelli creativi dell’educazione. Per far questo, abbiamo chiesto alle scuole di proporre progetti legati alla salute e alla sicurezza sul lavoro, in modo chiaro e innovativo e in maniera coerente tra strumenti proposti, attività scolastiche e territorio”.

Su tutto il territorio nazionale sono stati presentati 41 progetti su 203 candidature provenienti da 16 regioni. Per partecipare al bando era necessario costituire una rete composta da almeno tre scuole e un soggetto terzo con esperienza nel settore della sicurezza. Due gli ambiti finanziati: la creazione e l’utilizzo di strumenti didattici innovativi sul tema della sicurezza, e la progettazione e realizzazione di strumenti di formazione che permettono il dialogo tra scuola e mondo del lavoro. Tra i criteri di valutazione delle proposte, la replicabilità e la trasferibilità dei progetti in altri istituti scolastici.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Con lo scooter finisce nelle campagne, muore carabiniere in pensione

    • Cronaca

      Diritti e pretese nella festa patronale: "Chiamo Paolo e ti trovi disoccupato"

    • Cronaca

      Dai Balcani verso il Salento con marijuana per 700mila euro: arrestati due scafisti

    • Cronaca

      "Estate gallipolina", positivo il bilancio: il piano sicurezza ha funzionato

    I più letti della settimana

    • Un altro giro di giostra, la tragedia di Samuele sembra non aver insegnato nulla

    • Un volo di otto metri: muore sotto gli occhi del figlio titolare di una ditta di luminarie

    • Ingerisce tre fiale di cianuro, muore 30enne. Sarà disposta l'autopsia

    • L’amica non ha notizie da Facebook e chiede aiuto: 56enne trovata senza vita

    • Tragedia a Otranto: dimentica chiavi e si inerpica al secondo piano. La fune cede, muore 68enne

    • Notte della Taranta, con Carmen Consoli ritorno alla tradizione popolare

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento