Nuove lamentele dal rione dell'Agave, ora c'è anche una petizione on-line

Ancora una volta giunge dai residenti una segnalazione sullo stato di marginalità della zona "Agave", tra la Tangenziale Est e via Francesco De Mura. E il nuovo classamento degli immobili ha prodotto un aumento della rendita catastale

LECCE - Pochi giorni addietro, su questa testata, è stata aperta la petizione "riqualifichiamo il quartiere Agave". Oggi arriva la segnalazione di un residente che segnala "lo stato di completo abbandono" di quello che è un piccolo rione alle porte di Lecce, tra via Francesco De Mura e la Tangenziale Est. Una seria di edifici di nuova urbanizzazione che ospitano circa 400 famiglie, a poche centinaia di metri da un'area di insediamento della grande distribuzione ma marginale rispetto alla continuità del nucleo urbano.

Non a caso la zona ha dato spunto a diversi articoli per furto in appartamento e molti tra i residenti spesso trovano occasione di lamentarsi: "Il verde, che era la cosa più bella, ora è nel completo abbandono. Le aree di parcheggio sono insufficienti, la sera è impossibile trovare posto", scrive Antonio.

Il lettore, che sostiene di aver più volte manifestato il proprio disagio all'amministrazione comunale,  fa anche presente anche la "beffa" dovuta al nuovo classamento degli immobili che sarebbe stato giustificato, negli avvisi recapitati ai cittadini, con il miglioramento dei servizi: "Se fosse per quelli ora il nostro quartierei dovrebbe essere zona depressa".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (11)

  • Invito i lettori residenti a diffondere la notizia della petizione. Oggi si è verificato l'ennesimo episodio di furto nel quartiere!

  • ADERITE ALLA PETIZIONE on-line

    • Dov'è la petizione? Pronto a firmarla!

      • Click su " petizione" nel servizio.

  • Non credo che occorra molto tempo e denaro per curare, sin da subito, il verde, delimitare una pista ciclabile sino al centro e realizzare un piccolo parcheggio, magari lì dove c'è quella struuttura abbandonta ormai da troppo tempo. Per questi motivi sono d'accordo con tutti coloro che cercano di smuovere i nostri amministratori....saluti a tutti.

  • Caro Antonio, ho detto più o meno le stesse cose. Ma non mi sembra che siamo in uno stato di completo abbandono! La mia domanda è: invece di interessare la stampa, vogliamo provare a contattare l'Amministrazione Comunale? Inoltre, come certamente saprai, esiste una vecchia pendenza tra Amministrazione e costruttore (la De Gennaro) riguardo la cura degli spazi (anche verdi) che non so se è stata completamente risolta e che, in passato, se ricorderai, determinava anche piccoli black out dell'illuminazione pubblica. Gettare discredito su un quartiere più che decoroso è controproducente in primis per noi che ci abitiamo!

    • Caro Mimmo, è proprio quello che sto facendo.Delle beghe tra comune e ditta sono anni che và avanti,chi ne paga le conseguenze però siamo noi.Io ho investito tutti i risparmi della mia vita in questo quartiere, quindi sto cercando di fare quello che i nostri amministratori dovrebbero fare,altrimenti cosa li abbiamo delegati a fare?Non parliamo poi di quella "bella" struttura in cemento che dà il benvenuto ai nostri visitatori.Voglio essere ancora ottimista e che questa mia iniziativa serva a qualcosa.Saluti a tutti i residenti del nostro quartiere.

      • Così mi piace!

  • Vivo nel quartiere dal 2006, era molto bello con buone prospettive di sviluppo.L'area verde era la più bella di Lecce.Ora mi vergogno se viene qualcuno a trovarmi sempre se trova parcheggio, è indecente.Andare in bici verso Lecce è una roulette Russa.Non ci son i cartelli di avviso "centro abitato" in ingresso verso lecce e da lecce verso la tangenziale.

  • Nessuno ha parlato di Bonx.Ma di mancanza di attenzione da parte della nostra amministrazione,Verde, area giochi, parcheggi e sicurezza stradale sono prioritari. Ma le telecamere promesse dove sono?

  • Vivo nel quartiere Agave e non mi sembra di vivere nel bronx (area depressa?!?!)! Indubbiamente, una maggiore cura del verde sarebbe opportuna, almeno quanto la necessità di spostare il "rondò" di ingresso su Via della Cavalleria, in modo da facilitare lo svincolo nel quartiere e/o l'uscita da esso, scoraggiando i tanti "ferraristi" improvvisati. Però, ripeto, non mi pare di vivere in una landa deserta e da far west!

Notizie di oggi

  • Politica

    Congedo: "Filobus ed estimi, due errori del centrodestra. Salvemini? Senza coraggio"

  • Politica

    Fiorella: "Liberare il centro storico per pedoni e bici. Sgm va riprogettata"

  • Cronaca

    Rogo divampa nella notte: distrutti due mezzi di una ditta edile

  • Politica

    Biglietto unico e corse anche da Galatina: le novità di "SalentoinBus"

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento