Quasi duemila metri di rifiuti. Un sequestro e cinque denunce

Gli agenti del corpo forestale del comando provinciale, hanno eseguito il sequestro di un terreno, adibito a discarica abusiva. Sulla zona, oltre mille e 500 metri di rifiuti edili. Cinque le denunce per reati ambientali

LECCE - Un terreno nell'immediata periferia di Lecce. Uno dei tanti che nella località "Masseria Monticello" ,sottoposta a vicnolo paesaggistico, è utilizzato per coltivazioni  Uno tra questi, però, è stato destinato ad una vera e proria discarica abusiva. Una zona di 3000 metri quadrati allestititi per ospitare rifiuti e scarti di materiale edile, è stata scoperta dagli agenti del comando provinciale del corpo forestale. Gli uomini in divisa, infatti, nell'ambito di un'attività finalizzata a l contrasto di reati di natura ambientale, hanno notato l'ammasso di rifiuti spianati e livellatii, fino ad occupare una superficie di mille e 600 metri quadri all'interno del terreno.

1(3)-2-2Davanti all'assenza di qualsiasi progetto e concessione edilizia, gli agenti hanno approfondito le indagini e durante un appostamento hanno colto, in flagranza di reato ,due giovani intenti a scaricare materiale da una furgone. Immediato il sequestro del terreno e del furgone contenente i rifiuti. I due giovani leccesi, autista e passeggero del mezzo, esecutori materiali dell'abbandono dei rifiuti, sono stati denunciati assieme ad un uomo residente a Cavallino, in quanto amministratore di una ditta elettromeccanica e datore di lavoro dei due ragazzi. Nei guai, con l'accusa di reato ambientalle anche gli amministratori della società proprietaria del terreno, con sede legale a Forlì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

Torna su
LeccePrima è in caricamento