Ragazza 22enne trovata senza vita nelle campagne, magistrato dispone l'autopsia

Sarà eseguita nelle prossime ore, dal medico legale Alberto Tortorella, l'autopsia sul corpo della 22enne il cui corpo è stato ritrovato privo di vita in una zona di campagna, alle spalle del supermercato Conad di via Roma, dunque lungo la strada per Botrugno. Quella del suicidio rimane l'ipotesi più probabile

LECCE – Una regola non scritta del giornalismo stabilisce che dei suicidi, solitamente, non si parla. La morte volontaria è per sua natura argomento privato, inevitabilmente suscettibile di dolorosi fraintendimenti e insopportabili approssimazioni. Il pericolo, inoltre, è quello di spingere all’emulazione, soprattutto in tempi di crisi, malessere e solitudini diffuse.

Ci sono casi, però, in cui anche un suicidio diventa una notizia, come per la morte di una ragazza di soli 22 anni, compiuti da pochi giorni, residente con la famiglia a San Cassiano. Perché oltre al dolore immenso e inimmaginabile di una morte tragica e inaspettata, c’è un’indagine della magistratura, finalizzata a svelare (se possibile) contorni e perché di una vicenda in cui tutte le indicazioni sembrano condurre verso l’ipotesi del suicidio. Gli investigatori, però, vogliono fugare ogni possibile dubbio. Per questo il pubblico ministero Maria Vallefuoco, titolare del procedimento, ha disposto l’autopsia sul copro della ragazza, che sarà eseguita nelle prossime ore dal medico legale Alberto Tortorella.

Della ragazza non si avevano più notizie da sabato pomeriggio. I genitori, visibilmente preoccupati, nella tarda serata di domenica hanno sporto denuncia di scomparsa presso la stazione dei carabinieri di Nociglia, preoccupati da un’assenza fin troppo prolungata. Ai militari hanno spiegato che la figlia, che lavorava come barista, al momento della scomparsa aveva finito di discutere animatamente per telefono con il suo fidanzato e che dopo quest’episodio era uscita da casa con l’umore profondamente alterato, senza dare più alcuna notizia di sé.

Il corpo è stato ritrovato privo di vita in una zona di campagna, alle spalle del supermercato Conad di via Roma, dunque lungo la strada per Botrugno. Era adagiato nei pressi di uno dei tanti alberi. Le indagini sono affidate ai carabinieri della compagnia di Maglie. Dai segni e da altri elementi, sembra che per mettere in atto il folle gesto sia stata usata la tracolla della borsetta, rinvenuta accanto, la quale si sarebbe poi snodata, facendo adagiare il corpo nella terra. Ulteriori approfondimenti, comunque, saranno utili a fare piena chiarezza su questa terrificante vicenda che colpisce una piccola e solitamente tranquilla località nelle campagne intorno al Magliese.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento