Rapina al market con fucile, blitz in una casa: scatta un secondo fermo

Un 31enne bloccato a Santa Caterina dalla squadra mobile. Intanto, convalidato l'arresto di Maiorano per il colpo al "Mello"

LECCE  - Giovanni Calò, un 31enne nativo di Copertino, di fatto senza fissa dimora, è stato portato in carcere nel tardo pomeriggio di ieri. Il fermo di indiziato di delitto è scattato per la rapina avvenuta intorno alle 18 del 17 novembre scorso ai danni del market “Mello” di Monteroni di Lecce, in via Alcide De Gasperi. Si attende ora la decisione del pubblico ministero, se convalidare il fermo o rilasciare il sospettato che quindi, per la squadra mobile, sarebbe il complice di Mirko Maiorano, il 27enne monteronese già fermato quella sera stessa, a distanza di qualche ora.   

Sul 31enne gravavano già alcuni sospetti, maturati nell’immediatezza dei fatti. Con lo scorrere dei giorni e il proseguimento delle indagini, la squadra mobile ha intuito anche dove potesse nascondersi: in un’abitazione di Santa Caterina, marina di Nardò. Con l’aiuto degli agenti del commissariato di Nardò, la casa è stata individuata e l’uomo condotto in questura con l’accusa di rapina aggravata in concorso. Tutto questo, mentre nelle scorse ore è stato anche convalidato l’arresto di Maiorano, a opera del gip Cinzia Vergine. Il 27enne di Monteroni, difeso dagli avvocati Francesco Cazzato e Massimo Zecca, per ora resta in carcere. I legali avevano chiesto i domiciliari.  

Maiorano era stato individuato sia grazie ad alcuni filmati, sia tramite la comparazione delle versioni fornite dai testimoni del colpo nel market,  messo a segno usando un fucile. Bloccato dopo ricerche, portato in questura, era poi stato dichiarato in arresto. Ora, con il fermo di  Calò, sul quale la polizia ritiene di avere già sufficienti prove (sebbene le indagini stiano proseguendo), il cerchio potrebbe essere chiuso. Il 31enne è difeso dall’avvocato Cosimo D’Agostino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

  • Tenta di investire la ex, ma colpisce e manda in ospedale l'amico della donna

Torna su
LeccePrima è in caricamento