Armati in un’abitazione: una famiglia richiusa in bagno, poi la rapina

Mattinata da incubo, ieri, poco dopo le 7, in un’abitazione di Squinzano. Quattro malviventi, di cui uno con pistola in pugno, sono scappati a bordo di una Punto dopo il colpo

Foto di repertorio

SQUINZANO – Torna l’incubo rapine nel Salento. Nella mattinata di ieri, pochi minuti dopo le 7, in quattro hanno preso di mira un’abitazione a Squinzano. Uno è rimasto alla guida della vettura, una Fiat Punto di colore scuro, pronto a portare la banda in salvo al momento della fuga. Mentre gli altri tre sono riusciti ad avere accesso all’appartamento, posto al piano terra di via Kennedy, non molto distante dal centro storico. Tutti con i volti coperti da passamontagna, si sono introdotti in casa quando il proprietario di casa, un muratore del posto, era ormai uscito per lavoro e hanno rinchiuso moglie e tre figlie aggiorenni in bagno. La famiglia gestisce anche un b&b, nei pressi dell'abitazione.

Uno dei malviventi era armato di pistola, non è ancora dato sapere se giocattolo o meno. Hanno fatto razzia di oggetti preziosi e di una somma in contanti di appena 50 euro. Prima di scappare, però, hanno anche prelevato il videoregistratore dell’impianto di sorveglianza, collegato con le telecamere. Il tutto per non lasciare traccia e non essere identificati. Nessuno, purtroppo, è riuscito ad annotare il numero di targa. Immediato, però, l’intervento dei carabinieri della stazione locale e dei colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina, guidata dal capitano Alan Trucchi.

Nonostante i militari non abbiano potuto disporre dei filmati dell’impianto di videosorveglianza, hanno comunque raccolto alcuni elementi di indagine piuttosto utili. Diversi posti di blocco sono stati allestiti negli istanti successivi alla rapina, lungo le strade che partono dalla cittadina e, soprattutto, in prossimità degli svincoli per la strada statale 613, quella che collega Squinzano sia a Lecce, che a Brindisi. Ed è proprio la direzione della città adriatica che i rapinatori potrebbero aver imboccato, nella loro fuga forse immortalata da altri dispositivi di sicurezza installati all'esterno di alcuni esercizi commerciali della cittadina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento