Rapinarono un supermercato, condannati a tre anni di reclusione

Ridotte nel processo d’appello le pene inflitte in primo grado ai due giovani di Carmiano accusati del colpo messo a segno al “Mello” di Carmiano, il 3 giugno del 2017

CARMIANO - E’ di tre anni, più 500 euro di multa, l’esito del processo d’appello che vedeva imputati due 26enni di Carmiano Antonio De Luca e Alessandro Cirfeta, per la rapina  avvenuta il 3 giugno del 2017, da 2.225 euro, al supermercato “Mello”, nel comune in cui risiedono.

La Corte d’appello di Lecce presieduta dal giudice Nicola Lariccia ha dunque ridotto le pene inflitte in abbreviato che erano di: sei anni di reclusione, più 2mila euro di multa, per il primo, e 4 anni e 1.200 euro di multa, per il secondo.

Già nel primo processo, gli imputati furono assolti da una serie di colpi che “pagarono” con l’arresto (eseguito su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Carlo Cazzella), al termine delle indagini condotte dal pubblico ministero Francesca Miglietta, con i carabinieri della compagnia di Campi Salentina e i colleghi della stazione di Carmiano e della tenenza di Copertino.

In particolare, l’accusa riguardava le seguenti rapine, avvenute tra luglio e agosto del 2017: al “Dok” di Copertino, il 22 luglio, per un bottino di 981 euro; al supermercato “Di Meglio”, a Veglie, il 31 luglio, per 3mila e 500 euro; all’ “Eurospin” di Veglie, il 31 luglio, per 1.435 euro; al supermercato “Di Meglio” a Copertino, il 16 agosto, per un bottino di 1.530 euro.

De Luca, inoltre, era ritenuto responsabile di altri sei colpi compiuti in uno stesso giorno: due tentati a Novoli (nel supermercato “Dok” e al “Simply”); alla farmacia Greco, sempre a Novoli per un bottino di duemila euro; al supermercato “Conad” di Campi Salentina da 1.200 euro; alla “Lidl” di Campi Salentina da 1.715 euro; al supermercato “Di Meglio” di Trepuzzi, per un bottino di 1.530 euro.

Ma, come detto, gran parte delle accuse non hanno retto nel processo abbreviato (e ancor prima davanti al tribunale del Riesame).

Erano difesi dagli avvocati Cosimo D’Agostino e Paola Vestito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

Torna su
LeccePrima è in caricamento