Rapinatore armato di pistola irrompe nel supermercato: via con 5mila euro

E' successo in serata a Nardò, ai danni della Coop di via Principi di Savoia. Sul posto, per le indagini, le volanti del commissariato locale

NARDO’ – Cinquemila euro. A tanto, centesimo in più, centesimo in meno, ammonterebbe il bottino di una rapina avvenuta questa sera, poco prima dell’orario di chiusura, ai danni di uno dei due supermercati Coop di Nardò, quello di via Principi di Savoia, nel pieno centro abitato della città. Ad agire, stando alle prime informazioni, è stato un uomo, da solo. Era armato di una pistola.

Impugnando l’arma, ha fatto irruzione attorno alle 21 e, minacciando i presenti, s’è fatto consegnare i soldi dalla cassiera, da sola al momento dell'accaduto. Volto coperto per non farsi riconoscere, difficile anche capire se la pistola fosse vera o una riproduzione. Impossessatosi del bottino, è subito uscito, facendo perdere le tracce nelle traverse vicine.

Non si sa se all’esterno vi fosse qualcuno ad attenderlo. Nelle immediate vicinanze, non c’era nessuno con auto o moto. Non sarebbe però improbabile che un eventuale complice si fosse appostato a breve distanza, magari dietro a qualche angolo. Subito, i dipendenti del supermercato hanno composto il 113, appena il malvivente è fuggito. Sul posto sono arrivati gli agenti di polizia delle volanti del commissariato. Si stanno acquisendo i filmati di videosorveglianza, sperando che si riesca a cogliere qualche dettaglio in grado di portare verso l’identificazione del misterioso rapinatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Droga ed estorsioni, maxi operazione della polizia: 72 ordinanze

  • Agguato in autostrada ai tifosi del Lecce: un mezzo dato alle fiamme

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Malore alla guida, schianto sullo spartitraffico: 25enne in codice rosso

  • Due sinistri di ritorno dal mare: un uomo deceduto, l’altro gravemente ferito

  • Covid-19, chi rientra dalle zone colpite deve comunicarlo ai sanitari

Torna su
LeccePrima è in caricamento