Ricci e cozze non tracciati: passano dalle celle frigorifere al sequestro

Il controllo questa mattina della guardia costiera di Porto Cesareo. Gli echinodermi ancora vitali: sono tornati in mare

PORTO CESAREO - Circa 160 chilogrammi di cozze nere e 800 ricci di mare sono stati sequestrati questa mattina dalla guardia costiera di Porto Cesareo. Nel corso di un controllo, infatti, i militari hanno constatato come fossero detenuti, all’interno di alcune celle frigo di un deposito appartenente a un ristorante, senza documenti o etichette in grado di attestare la tracciabilità del prodotto ittico.

I militari, insieme ai medici veterinari dell’Asl, unità operativa di Copertino, chiamati ad intervenire per gli accertamenti di loro competenza, hanno proceduto a una sanzione amministrativa di mille e 500 euro e al sequestro del pescato. Per quanto riguarda i ricci, sono tornati in mare: sono stati riconosciuti in stato vitale dal personale medico.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Ancora portò cesareo ma non riescono a capire che tutti i giorni porto 'cesare o va sui giornali e non capiscono che si fanno danno da soli.

  • Non si capisce perche' quando si parla di Porto Cesareo non escono mai ne i nomi dei ristoranti pizzerie ne pescherie, ne dei titolari, boh '

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ferisce un 29enne a colpi di pistola per gelosia, rintracciato l'autore

  • Cronaca

    Lavori nel porto non a regola d'arte: lo scoglio resta danneggiato

  • Politica

    Analisi del voto: la lealtà degli elettorati premia l'intesa tra Salvemini e Delli Noci

  • Gallipoli

    Baraccopoli su lungomare Marconi, completato lo sgombero dell’area

I più letti della settimana

  • Dopo la tragedia, altri due incidenti in poche ore: muoiono un 40enne e una 35enne

  • Scontro frontale sulla strada per il mare: muore una donna, gravi marito e figlio

  • Serata di follia: entra nel negozio e appicca un incendio con benzina

  • In attesa in ospedale, si china e spunta pistola. In casa anche una carabina

  • Finti incidenti, ecco la tecnica: due testimonianze per prevenire la truffa

  • Giornalista già minacciata ritratta in una fossa. Il sindaco rieletto: “Non commento”

Torna su
LeccePrima è in caricamento