Ricerche in mare: rinvenuti cellulare e chiavi, ma sono del pescatore in salvo

Il ritrovamento nelle acque del Capo di Leuca nella giornata di venerdì, da parte dei sommozzatori. Ma nessun elemento sui due dispersi

Un momento delle ricerche dei gionri scorsi.

PESCOLUSE (Salve) – La magra consolazione risiede nel meteo: la giornata quasi primaverile, fin dalle prime luci, ha almeno consentito di riavviare le ricerche dei due pescatori dispersi nelle acque del Capo di Leuca. Vigili del fuoco, protezione civile, militari della guardia costiera e volontari sono al lavoro già da ore anche oggi, per cercare i corpi di Fabrizio Piro e di Cosimo Tricarico, il 53enne gallipolino e il 43enne tugliese, finiti in mare a seguito del ribaltamento del peschereccio dove si trovava anche il figlio del primo, poi riuscito a mettersi in salvo.

Nella giornata di ieri, intanto, i sommozzatori del 115 hanno rinvenuto, nello specchio d’acqua antistante Torre Vado, un portafogli, il mazzo di chiavi e un cellulare, il tutto di proprietà del più giovane del gruppo, il 33enne che si è salvato.  Effetti personali che sarebbero stati recuperati non molto distante dal punto in cui è avvenuto l’incidente, ma che non forniscono alcuna indicazione, nè ulteriore dettaglio sulla direzione in cui cercare le due vittime.

Nei giorni scorsi, militari con motovedette e gommoni e sub hanno setacciato l’intera area, perlustrando le numerose grotte e le insenature nel tratto da Torre San Gregorio di Patù in giù, dove il litorale diviene scoglioso. Le operazioni proseguiranno per l’intera giornata, fino al tramonto, per poi riprendere anche all'alba di domenica. Intanto due famiglie attendono, straziate dal dolore, un cenno dal mare.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Una 15enne: “Lo zio mi ha molestata per sette anni”. Via all’inchiesta

  • settimana

    Nuova irruzione in banca in pieno giorno: caccia ai rapinatori

  • Attualità

    Si urla al complotto per un photored, ma sulle regole poi ci si autoassolve

  • Cronaca

    Farmaci scaduti al “Vito Fazzi”, convalida del sequestro. Due indagati

I più letti della settimana

  • Paletta, ma non sono agenti: rapinato in strada della sua Bmw

  • Si scaglia contro il rapinatore e lo fa arrestare: da lunedì avrà un contratto nel market

  • Fascette per legargli zampe e collo, un cane chiuso nel sacco e gettato nel canale

  • Impatto devastante all'incrocio di notte: due feriti e auto distrutte

  • Giallo Martucci, rivelazioni delle sorelle. “L’assassino lo abbiamo tra le mani, andate a prenderlo”

  • S'imbatte nella Classe A, riconosce i truffatori e li fa prendere dalla polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento