Movida violenta. Baia Verde, scatta rissa fra giovani: volano calci e pugni

Un video sta circolando in queste ore su quanto avvenuto fra sabato e domenica. Ma nessuno ha denunciato o è andato in ospedale

Fotogrammi estrapolati dal video.

GALLIPOLI – “Tubercolosi… oooooh! Tubercolosi! Non lo uccidere!” La voce fuori campo è forse di colui che gira il video dal suo cellulare, seminascosto da un’auto o, comunque, di un giovane che si trova nelle vicinanze, magari alle spalle dell’autore, e osserva sgomento l’azione. Il video in questione sta circolando sui telefonini di tanti salentini pressoché dalle stesse ore degli altri (almeno due) che riguardano un parapiglia in discoteca a Santa Cesarea Terme (caso di cui riferiamo a parte). Solo che scenario, in questo caso, è Gallipoli, zona Baia Verde, cuore della vita notturna estiva.

Tutto dura circa mezzo minuto, durante il quale si consuma un’aggressione particolarmente violenta. I protagonisti sembrano tutti molto giovani, qualcuno di loro potrebbe persino non essere ancora maggiorenne. L’azione è molto concitata e le riprese, ovviamente, piuttosto mosse, ma comunque girate da una distanza di pochi metri. Dalle immagini si evince che un gruppo di circa cinque o sei giovani ne aggredisce altri due. Uno in particolare sembra in difficoltà, steso sull’asfalto nudo e colpito a ripetizione, con calci e pugni (anche in testa). Una violenza cieca che probabilmente termina quando nei secondi finali del video interviene una ragazza.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Sullo sfondo si notano alcune persone che sembrano c’entrare poco o niente con la vicenda, ma che si limitano ad assistere allo scambio di vedute. Null’altro si sa di questa storia, però, motivazioni della rissa e provenienza dei protagonisti (salentini? turisti?), perché nessuno ha sporto denuncia, tantomeno si sono presentati, nelle ore successive, feriti negli ospedali più vicini.

Si evince solo il luogo, che, dalla tipica vegetazione, dovrebbe essere viale delle Dune, nel cuore di Baia Verde. E pensare che i carabinieri, impegnati sul fronte dei controlli, a cavallo fra sabato e domenica notte, sono rimasti lì fino all’una. Il fatto, a questo punto, dovrebbe essersi consumato poco dopo. I militari, comunque, sono perfettamente a conoscenza del video e ne hanno preso visione. Circolando, è finito anche nei loro smartphone. Come sempre accade quando immagini forti divengono virali sui social o su Whatsapp.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento