Rissa furiosa vicino alla stazione: venti coinvolti, ferito con taglio alla gola

Una sorta di battaglia avvenuta in serata. I residenti spazientiti. Sul posto in massa volanti di polizia e gazzelle dei carabinieri. Indagini in corso

Il sangue.

LECCE – Sangue e alcool si mescolano sull’asfalto, un tappeto di cocci di vetro. Sono le 20,40, la serata vicino alla stazione ferroviaria di Lecce digrada verso i toni aspri e folli della battaglia. Urla e bottiglie per aria, almeno una ventina di coinvolti. E sul campo resta un ferito. Un nigeriano di 23 anni. Ha un profondo taglio alla gola e quando arrivano sul posto a sirene spiegate volanti di polizia e gazzelle dei carabinieri, la fuga è istantanea. Dispersi in ogni direzione, scatta la caccia all’uomo nel crocevia attorno al piazzale. Giunge anche la polizia locale a dare manforte.

Video: dopo la rissa

Dietro le finestre i residenti osservano spazientiti gli effetti dell’ennesima, folle scazzottata, questa volta più grave del solito. Qualcuno urla, vuole che arrivi presto un’ambulanza. Il 118, già avvisato, manda l’autolettiga, che riparte in codice rosso verso il “Vito Fazzi”. Riporterà una ferita guaribile in quindici giorni. Taglio profondo, ma nessun punto vitale colpito. Dal pronto soccorso finisce in chirurgia plastica.

I residenti spazientiti

Sono almeno tre giorni che in zona rimbalzano gli echi di liti furibonde. Un’anomalia anche per chi, in via Oronzo Quarta, ci abita ed è abituato a convivere con la paura quotidiana anche di una passeggiata, una semplice passeggiata, persino sotto la luce del sole. E’ quello che riferiscono alcuni cittadini che su quella strada e nei dintorni, ci abitano. Non ne possono più. Donne sfruttate per prostituzione (forse la chiave di lettura anche della vicenda di questa sera), le videocamere che non sembrano più fare il loro dovere, risse e schiamazzi e, anche di giorno, qualcuno che urina per strada, davanti a qualche albero.

Una porzione di città – uno dei suoi biglietti da visita turistici, la zona di arrivo e partenza dei treni - sotto costante osservazione delle forze dell’ordine. Eppure, difficoltà a contenere il disagio, mentre attorno monta la rabbia di chi ha paura persino che i propri immobili perdano valore.

E intanto, polizia e carabinieri setacciano il quartiere Rudiae-Ferrovia e forse scovano qualche fuggitivo. Ma chi è veramente coinvolto, fra gli stranieri presenti in quel momento? Le indagini saranno lunghe e complesse. “Abbiamo un ruolo fondamentale, siamo ormai le sentinelle di questa zona. Una forma di resistenza. Non vogliamo lasciare libero il territorio”, dice una donna, che con il marito prova a sfidare, stoicamente, il declino di una parte del centro di Lecce che da troppi anni ha i connotati della zona franca.

"Occorre un presidio fisso"

E’ soprattutto lo snodo fra le vie Ussano e Don Bosco a mettere inquietudine. Specie quando cala la sera. Le lamentele si sprecano e toccano tutto, a margine della sanguinosa rissa. Dai marciapiedi laterali lascati sconnessi, rispetto alla parte centrale di via Oronzo Quarta, all’assenza di un presidio fisso di forze dell’ordine, ormai richiesto a gran voce, specie al caler delle ombre.

Si sperava, per esempio, che il pattugliamento della polizia locale fosse più costante. E nel tempo si sono sprecate anche le raccolte di firme rivolte a sindaco e prefetto. “E’ una città che vive di turismo, abbiamo Salento in Bus che funziona fino al 30 settembre. Ma non si può offrire quest’immagine”, dice la nostra interlocutrice. Sullo sfondo, intanto, la scientifica della polizia filma e svolge rilievi. 

Troppi episodi in zona

E le aggressioni sono l’aspetto che, con la prostituzione, più turba. Sbirciando nelle cronache, si sprecano i riferimenti a sfide, anche con coltelli, rapine fra stessi connazionali, inseguimenti, botte. Solo citando alcuni casi recenti, un commerciante cinese rapinato da un senegalese e ferito con un pugno in volto. Un violento parapiglia fra altri stranieri lungo via Don Bosco. Una rapina fra connazionali, in questo caso ghanesi, con tanto di ferita d’arma da taglio. Andando a ritroso, si scoprirebbero decine di altri casi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (53)

  • venti coinvolti e nessuno arrestato. complimenti alle forze dell'ordine

  • Chiamasi RISORSE

  • Abbiamo un prefetto a Lecce?

  • Preparatevi al peggio, se passerà questo decreto di Salvini così com'è. Lo ha chiamato 'sicurezza', ma di fatto creerà ancor più insicurezza: meno opere d'integrazione = più disperati relegati ai margini della società = maggior manodopera per la malavita. Aumenteranno considerevolmente i clandestini-fantasma, che vagheranno per il Paese, senza sapere chi siano e cosa facciano. D'altronde, a Salvini conviene gettare benzina sul fuoco per fare propaganda e non gli conviene affatto eliminare la percezione d'insicurezza che hanno i suoi elettori. Poracci.

    • Sarà, ma io adesso, l'unica opera d'integrazione che ho visto è quella ai margini della strada e nei campi di pomodori e carciofi. Ti garantisco che se la "paga" era buona ci andavo io a raccoglierli e con me una valanga di salentini disoccupati... quindi sfatiamo il mito che manca la manovalanza...o volontà... Questo tipo di immigrazione mi sa tanto di "cavallo di troia" e comunque lo ripeto, aiutare, salvare, va bene...una nazione...due... Ma non è che possiamo salvare mezzo mondo...o sbaglio? Specie in un contesto dove l'Europa la fa da Ponzio Pilato? In pratica noi, non abbiamo proprio la facoltà di integrarli...che c@€&o ce li prendiamo a fare?

  • Li manderei tutti a casa dei comunisti perbenisti!

  • La nostra cara Lecce sta diventando come le città del nord dove gli immigrati fanno da padroni iniziò ad aver paura ad uscire da casa ho timore per la mia famigli e i miei cari Questa gente che la mattina non si alza per andare a lavorare bivaccano tutto il giorno bevendo e lucrando e le conseguenze sono ben conosciute... BASTA CHI NON HA INTENZIONE DI VIVERE UNA VITA "REGOLARE" DEVE SLOGGIARE Non sottovalutare questi episodi e solo l inizio

  • Accogliamole casa dei sinistri queste risorse... forza Salvini

  • Grazie PD... Renzi sei stato un vero amante dell'italia

  • solo per dovere di cronaca....pochi giorni indietro in un ridente paesino salentino...rissa tra italianissimi perdigiorno.....

  • I leccesi che abitano in quel quartiere sono persone civili e pacifiche. In qualsiasi altro posto della terra i residenti di sarebbero già ribellati, ergendo barricate per le strade. È assolutamente incomprensibile, non utilizzare l’Esercito per presidiare questi sventurati quartieri di Lecce. A proposito, dove sono finiti i buonisti, sempre pronti a commentare le malefatte della delinquenza locale, ma che spariscono quando accadono queste ripetute “battaglie campali” di questi marrani. Sono stati pubblicati alcuni dati sulla percentuale di reati commessi dagli stranieri in Italia. Su un campione analogo di popolazione gli stranieri delinquono sei volte più degli italiani.

    • Ma infatti da ignorante dico: perchè la stazione di Bari è presieduta mattina e sera da 2 militari dell'esercito? E qua una cosa del genere non è possibile? Ma anche dei Carabinieri non lo so...forse non ci sono soldi mi viene da pensare dopo le dichiarazioni del sindaco

  • Ma possibile che non si possa andare e portare via tutti quelli che bivaccano e stazionano dalla mattina alla sera senza motivi apparenti tranne quelli di delinquere? E uno schifo la stazione. Bisogna ripulirla rimpatrindo tutti sti delinquenti.

  • Per cortesia non facciamo del facile umorismo altrimenti la divina entità arci potrebbe arrabbiarsi . Per cortesia ricomponiamoci e valorizziamo queste risorse.

  • Regole semplici... Dopo un lasso di tempo che sei nel nostro paese e nel frattempo sei pagato e controllato, e non ti sei regolarizzato con lavoro e tutto ciò che occorre fuori fuori senza indugio. Basta. Ed al primo reato espatrio senza stazionarie nei carceri a ns spese!!

  • ma no dai,questi sono RISORSE,non dimenticatelo,,vi pagheranno...la pensione!!

  • Che schifo. Rispediteli a casa se devono stare in Italia a delinquere.

  • Attenzione ragazzi a parlar male dei poveri migranti che scappano da guerre e carestie altrimenti il professore MARCO vi mette una nota sul registro.

    • Niente, non vi entra proprio nella zucca che non difendo assolutamente chi delinque, a prescindere dalla nazionalità. Non capite che io classifico le persone in buone e cattive e non in bianche e nere. Questo è il punto. Ma sfogatevi pure con questa guerra tra poveri, non mi arrabbio mica. Anzi, devi sapere che quando ho voglia di sorridere, vado a cercare i commenti sotto gli articoli di cronaca che riguardano soggetti stranieri. Altro che Zelig.

    • Ma no sarà impegnato a distruggere i muretti a secco per bloccare il passaggio dei mezzi diretti al cantiere tap o in alternativa in qualche centro sociale ad integrarsi con qualche nuova risorsa.

      • Tu sì che hai capito tutto! Addirittura, sarei un estremista no TAP! Forse sei l'unico a non sapere che TAP, il Piddí e i poteri forti mi pagano per commentare a favore dell'opera.

        • Ma infatti spero per te che ti pagano almeno!

  • Una volta (1975-1985) quando le auto in circolazione erano ancora poche, i Vigili Urbani di Lecce svolgevano servizio sul piazzale della stazione la mattina, il pomeriggio e la sera sino all'arrivo dell'ultimo treno, 0'45 della notte ed erano appena 30-40 Vigili. Oggi sono, 130-140 Vigili e non si vede mai nessuno sul piazzale della stazione in servizio fisso, salvo sporadiche apparizioni, per oggifare multe in ciclostile e poi sparire.

  • nei loro paesi non bevono alcol perché gli è proibito della loro religione, quindi solo adorarlo già sono ubriachi e pericolosi. Secondo me doveva essere loro proibito dalla legge a non dagli alcol.

  • Fanno ridere quelli che danno la colpa al PD (che personalmente detesto) per una legge sull'immigrazione ancora in vigore meglio nota come BOSSI-FINI. Vi dicono qualcosa questi due cognomi? Non certo paladini della sinistra... Aprite gli occhi e non fatevi ingannare da facili slogan, i problemi partono da molto lontano, mentre gli italiani hanno memoria troppo corta!

    • Senza dimenticare che nel 2009 il governo Berlusconi-Lega approvò una sanatoria per circa 700.000 immigrati. Che stanno ancora qui in Italia.

      • Guarda che quelle erano per la maggior parte badanti dell'est che assistevano e assistono tanti anziani...mi sembra molto diverso dai casi odierni!

        • No, no era una sanatoria della quale hanno potuto beneficiare tutti. Ti ricordi la corsa al click delle domande on line? Mica si poteva mettere sanatoria solo per le badanti dell'est e niente per gli altri immigrati come loro!

  • Avatar anonimo di francesco
    francesco

    Per adesso i residenti sono ancora e solo spazientiti. Vediamo di non farli arrivare al livello "esasperazione"

  • Risorse tutte risorse per l'Italia........ COME SEMPRE W l'itaGLIa

  • Grazie Renzi. La signora dell' Arci provvederà alla difesa anche di queste risorse ?

  • Signor Dario, non dimentichi che siamo in Italia. Tutte queste autorità....... sono forti con i deboli e deboli con i forti, e cioè tradotto in italiano stanno alla larga da situazioni ove possono prendere mazzate. Dunque proliferano le puttane, i parcheggiatori abusivi, i neri, i gialli, gli arancione e così via. Avete mai visto la Finanza in un negozio etnico o cinese e controllare se rilasciano lo scontrino fiscale ? Per carità....! Se sei italiano però, dagli all'untore, come è capitato a lei, signor Dario.Si ricorda la barzelletta di Berlusconi di qualche anno fa ? Fu istituito il poliziotto o il Carabiniere di quartiere. Dite al Sindaco di attivarsi affinché riesumi questo provvedimento che personalmente non ritengo mai scaduto, perché non poteva essere a tempo o a termine. E poi ascolti quello che ha detto questa mattina De Luca, il governatore campano del PD, ( non della Lega ), a proposito di tutta questa gentaglia e come trattarla.......

    • Gent.mo sig. Saverio, mi spiace che Lei in una frase così piccola abbia detto solo piccole verità ma un esagerato mucchio di stupidate. Prima fra tutte quella che la Guardia di Finanza non controlla i commercianti di etnia estera. I militari del Corpo che operano sul territorio, DEVONO seguire della direttive ben precise che scaturiscono inderogabilmente da situazioni e criteri di pericolosità fiscale, dalle quali non posso certamente esimersi dal fare o meno un controllo strumentale. Inoltre, spesso e volentieri nella comunità di commercianti di etnia estera, l'evasione fiscale è da ricercarsi più a monte, ove la stessa è di gran lunga superiore alla semplice mancata emissione dello scontrino/ricevuta fiscale. In poche parole, dove concentrare i controlli fiscali è compito del Corpo e sicuramente non del cittadino. Per quanto riguarda il Poliziotto o il Carabiniere di quartiere, sicuramente sarebbe un bella idea... peccato che (per me) sia stata solo una manovra dei vecchi governi per la visibilità politica. In effetti, i Corpi di Polizia demandati a questo tipo di servizio non hanno mai ricevuto ne mezzi, ne personale, da poter impiegare in pianta stabile a questo tipo di servizio, quindi... DI COSA STIAMO PARLANDO?

      • Cosa è lei ? Un poliziotto ? Difesa di ufficio " non petita ", inutile. Mi sembra sin troppo evidente e scontato che azioni di repressione dell'evasione fiscale deve essere coordinata dalla Direzione del Comando interessato, né può essere altrimenti, scaricando colpe, omissione o altro sui poveri lavoratori della sicurezza che tutelano tutti noi dalla delinquenza dilagante, compresa l'evasione fiscale. Mi pare altrettanto ovvia la mia provocazione circa il poliziotto di quartiere che non è stata da lei colta, forse perché forse più realista del re. Il poliziotto di quartiere, amico mio, non è mai esistito. Sin da quando fu istituito dalla mummia incartapecorita.

      • Praticamente ha detto la stessa cosa! "La GdF deve seguire delle direttive"... che evidentemente non arrivano, "Ricercare a monte"... ma non lo fanno e "il poliziotto di quartiere" (che a Lecce c'era!) non c'è più!

  • L'articolo e i commenti parlano chiaro. La gente è stufa. Stufa di avere paura a casa propria.

  • Via Martiri d'Otranto è uno schifo! Stretta e buia! Se per le dimensioni non si può fare granché si può certo rimediare per luminosità, li come in tutte le vie intorno. Sembra che si sia lasciata di proposito quella situazione di oscurità per favorire l'illegalità...ci vuole tanto a tagliare tutte le chiome degli alberi e aumentare la potenza dei fari?

    • E perché mai tagliare gli alberi ? Ma siamo tutti impazziti? O meglio richiedere un potenziamento dell'illuminazione pubblica e inviare sul posto un po' di vigili urbani concentrati tutti al centro, dopo le ore 20.00 ? Le stazioni centrali e le zone circostanti in tutti i grossi centri sono presidiate 24/24 ore dalle forze dell'ordine !

      • Ha detto tagliare le chiome (che spesso nascondono anche i segnali) cioè "rimundare"), non ha detto abbattere...

  • Ieri sera ho portato mia figlia da Colella games vicino a Porta rudiae, purtroppo quella via e piena di parcheggiatori abusivi e non avendo soldi spicci e per paura di ritorsioni alla macchina ho parcheggiato sulla via che portava all'ex anagrafe, proprio sotto l'Anas. Non mi sono accorto che la via è una ZTL dopo le 21. Puntuali come un orologio svizzero al ritorno ore 21.45 mi sono visto rifilare una multa di 40€. Ora, io ho sbagliato e pago. Ma è possibile che questo essere inflessibili da parte dei vigili non porti a controllare le vie di Lecce invase dai parcheggiatori abusivi? Se non ci fossero stati avrei parcheggiato tranquillamente e non mi sarei visto addebitare questa @#?*%$ di multa. Purtroppo in Italia se sei buono paghi se si delinquente te la svigni. È uno schifo, Forza Lega e forza Salvini

  • dovete sempre e solo ringraziare per quest immigrazione violenta il nostro PD che favorisce il loro ingresso ...ci stanno rubando la vita e la tranquillità anche di una passeggiata con la famiglia

    • E si pongono la domanda, perchè hanno perso le elezioni....

      • Vorrei sommessamente ricordare che nel 2009 il governo Berlusconi-Lega fece una sanatoria per circa 700.000 immigrati, buona parte dei quali delinque ancora. Giusto per la cronaca.

        • A dir la verità sanarono solo chi già lavorava come Colf e Badante

  • Se li prendono speriamo che vengano rispediti a casa loro ...magari... Poveri noi nn bastano i nostri delinquenti....

    • In che senso i "nostri delinquenti"? Di nostro non c'è nulla, forse saranno i suoi.

      • Ormai non sapete nemmeno dove attaccarvi...vi consiglio il Filobus!

      • Ha capito bene il senso: "nostri" in quanto italiani!

        • Alex, Giovanni voleva solo fare l’indiano...

  • L'amara verità che si prospetta nell'ennesima fulgida follia, ecco chi sono veramente i famigerati rifugiati fuggiti da inesistenti guerre. Per quanto si amano si scotennano tra loro per affari di droga, di prostitute e di contrabbando che vorrebbero continuare a perpetrare su suolo italico. Questo è offensivo sia per i residenti sia per l'intera città. Pare che ormai occorrano centri di reclusione piuttosto che d'accoglienza. Facciamola finita con questa storia per favore abbiamo già i nostri atavici guai.

  • Ancora una volta litigavano per chi ci paga le pensioni x primo?? vergona sindaco, questore e prefetto.. nessuno sembra in grado di garantire l'ordine e la sicurezza.. dimettetevi tutti!! avete ridotto la nostra lecce ad una latrina! schifo e degrato da favela

Commenti meno recenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Election day, l'affluenza alle 12: in calo il dato delle comunali leccesi

  • Nardò

    Si indaga sull’ennesima auto in fumo: forse l’azione di un piromane

  • Politica

    Mercatone Uno, fallisce la società. Dramma occupazionale per 123 famiglie

  • Incidenti stradali

    Collisione con handbike, disabile ferito e autista positivo alla cannabis

I più letti della settimana

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

  • In tre lo accerchiano sotto casa, commerciante pestato e rapinato

  • Un Rolex inesistente e il finto rimborso. Ed è doppia truffa da 24mila euro

Torna su
LeccePrima è in caricamento