Rivelò il nascondiglio della droga, coppia cercò di estorcergli soldi

Condannati due conviventi di Castrignano de' Greci. Minacce a un giovane che fece ai carabinieri una soffiata sullo spaccio

LECCE - Tentata estorsione aggravata, due anni e quattro mesi per Salvatore Solombrino, 63enne, e un anno e quattro mesi per la compagna, Laura De Paolis, di 33 anni, entrambi di Castrignano de’ Greci. Questa la condanna, con rito abbreviato, a carico di una coppia che, stando alle indagini, avrebbero minacciato un giovane del posto, cercando di farsi consegnare una cospicua somma a titolo, se si può dire, risarcitorio. E tutto nacque perché fu lui a rivelare ai carabinieri dove si nascondesse una corposa partita di droga, circa 1 chilogrammo.  

Il ragazzo, durante un controllo, fu trovato in possesso di una dose di marijuana. Ai carabinieri della stazione di Martano decise di fare il nome del presunto spacciatore ed effettivamente, durante un sopralluogo avvenuto ai primi di marzo del 2017,  in casa di Solombrino (che all’epoca era peraltro anche ai domiciliari per vicende precedenti), i militari trovarono la sostanza stupefacente. Per Solombrino scattò così un nuovo arresto.

Dopo il sequestro della sostanza, però, i due conviventi sarebbero riusciti a sapere chi avesse fatto la soffiata ai militari. E sarebbe iniziato da lì un calvario, per il giovane, minacciato telefonicamente e con una richiesta finale ben precisa: 2mila e 500 euro. Soldi che sarebbero serviti a saldare il debito contratto per l’acquisto della droga.

Ma la vittima delle minacce, costituitosi parte civile con l’avvocato Nicola De Donno, denunciò tutto alle forze dell’ordine facendo avviare le indagini da cui è scaturito il processo, conclusosi con la condanna. Il pubblico ministero, Stefania Mininni, aveva invocato una pena superiore, di due anni e otto mesi. I due imputati erano difesi dall’avvocato Alessandro Stomeo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento