Un calcio alla porta durante la lite, il vetro gli recide l’arteria: muore salentino

Un operatore socio sanitario di Montesano Salentino è spirato per una tragica fatalità in provincia di Piacenza. La sua compagna, infermiera, ha provato a salvargli la vita

Foto da Il Piacenza.it

MONTESANO SALENTINO – Una lite con la fidanzata, il calcio a una porta a vetri e poi la morte. Assurda. Giorgio Simone, un 28enne salentino, è deceduto ad Ancarano, un comune in provincia di Piacenza, nelle scorse ore. L'peratore socio sanitario originario di Montesano Salentino, che si trovava in Emilia Romagna assieme alla compagna, non ce l’ha fatta. Avrebbe compiuto 29 anni la prossima settimana.

Un colpo violento all’infisso, ma il vetro gli ha reciso l’arteria del polpaccio e la copiosa emorragia non gli ha lasciato scampo. Neppure nonostante il soccorso immediato prestatogli dalla convivente, infermiera di professione: la giovane donna è ora sotto shock. Al momento dell’arrivo degli operatori del 118, purtroppo, il cuore di Giorgio aveva ormai cessato di battere. Sul posto sono anche giunti i carabinieri della stazione di Rivergaro per eseguire i rilievi previsti.

giorgio-simone-morto-ancarano-2-2La Procura della Repubblica della città emiliana ha disposto intanto l’esame autoptico sulla salma del 28enne: a breve sarà conferito l’incarico al medico legale. Il pm intende soltanto chiarire le cause del decesso del giovane oss. Vi è al momento un fascicolo, ma senza iscrizione di nomi nel registro degli indagati, né ipotesi di reato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da una prima ricostruzione, infatti, si sarebbe trattato di un litigio di coppia nel quale il salentino, appena rientrato dal lavoro, avrebbe per reazione colpito la porta, senza voler provocare danni o ferire nessuno. E senza certamente immaginare come un gesto simile lo avrebbe strappato alla vita a soli 28 anni di lì a poco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • In primavera tornano le formiche: come combattere l'invasione in casa

  • Orrore in casa: tenta di dare fuoco alla moglie con liquido infiammabile

Torna su
LeccePrima è in caricamento