A 300 metri dalla riva, bagnante non riesce più a rientrare: soccorso dai pompieri

Un 43enne di Campi Salentina è stato raggiunto al largo del litorale di Porto Cesareo dal 115. Trasportato a riva in gommone

I vigili del fuoco durante i soccorsi.

PORTO CESAREO – Si allontana troppo dalla riva: soccorso immediatamente dai vigili del fuoco. Brutta avventura, quella di oggi, per un bagnante di 43 anni. L’uomo, residente a Campi Salentina, ha infatti preso il largo, spostandosi troppo rispetto alla spiaggia di Porto Cesareo. A causa delle correnti, però, non è riuscito più a fare ritorno.

Immediato l’intervento dei pompieri del soccorso acquatico, che stavano pattugliando il litorale ionico a bordo di un gommone e di una moto d’acqua.  Il bagnante, spintosi oltre i 300 metri dalla riva, è stato individuato “ a vista” dai “caschi rossi”,  i quali lo hanno raggiunto e, accertatosi che a causa della stanchezza non era in grado di rientrare a riva, lo hanno recuperato e portato in salvo.

Le sue condizioni di salute sono buone e non ha riportato conseguenze. Fatta eccezione per il forte spavento, ovviamente. Proseguirà sino al prossimo 3 settembre l’attività di pattugliamento in mare degli uomini del corpo nazionale dei vigili del fuoco: misura di sicurezza rafforzata alla luce della recente tragedia, sempre nella località ionica, che ha visto la morte in mare del giovane turista umbro Matteo Ubaldi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento