Collega il tubo di scarico all’abitacolo dell’auto: salvato dai carabinieri

Un 56enne di Sannicola rianimato dai militari e poi ricoverato presso l’ospedale di Gallipoli. Fortunatamente, è stato rintracciato in tempo

Il tubo di scarico collegato all'abitacolo.

SANNICOLA – Il tubo di scarico era ormai collegato all’abitacolo dell’auto, per un piano suicida. Tempestivo l’intervento dei carabinieri, nella tarda serata di ieri: hanno scongiurato drammatiche conseguenze. L’episodio nelle campagne di Sannicola, in località “Coppola”, al confine col territorio di Galatone. I militari , guidati dal maresciallo Luca Russo, hanno raggiunto il luogo dopo la disperata segnalazione da parte della ex moglie di un 56enne sannicolese.

La donna ha infatti chiamato il 112, per chiedere aiuto. Una volta raggiunto il terreno, gli uomini dell’Arma hanno trovato il proprietario della vettura chiuso all’interno. Immediato l’intervento e le prime manovre da parte dell’Arma e la chiamata al 118 per richiedere i soccorsi medici.

Affidato alle cure del personale sanitario, il 56enne è stato rianimato e poi accompagnato presso l’ospedale “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli. Si trova ora ricoverato, ma fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Congedo: "Filobus ed estimi, due errori del centrodestra. Salvemini? Senza coraggio"

  • Politica

    Fiorella: "Liberare il centro storico per pedoni e bici. Sgm va riprogettata"

  • Cronaca

    Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Cronaca

    Prete accusato di aver molestato una 13enne: caso chiuso

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

Torna su
LeccePrima è in caricamento