Salvato un cucciolo di cane: rischiava di annegare in un pozzo di raccolta

E' successo nelle campagne attorno ad Alessano. Le guardie zoofile sono state avvisate da un passante che stava facendo jogging

ALESSANO - Una vasca per la raccolta dell’acqua piovana, un cucciolo di cane in pericolo: rischiava l’annegamento. Fortuna ha voluto che, nelle campagne attorno ad Alessano, un cittadino del posto, quest’oggi, stesse facendo una salutare corsetta. Ha notato il povero animale annaspare in quella prigione in formato pozza, fra ulivi e fichi d’India, e ha subito dato l’allarme. Individuato il punto, in breve sono arrivate le guardie zoofile di Agriambiente Lecce che sono riuscite a salvare il cagnolino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per prima cosa, sono stati avvisati i vigili del fuoco, ma, vista la situazione, non hanno comunque atteso un attimo di più e le guardie sono entrate nella vasca per sollevare il cucciolo e portarlo verso l’esterno, prima che rischiasse di annegare. Portato in un ambulatorio veterinario per una visita, è stato posto sotto una lampada a luce riscaldante, visto che era in ipotermia. Nel frattempo, si sta procedendo a individuare il proprietario dell’area. La vasca, non sembrerebbe realizzata a regola d’arte, con accorgimenti per la sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Esce in bici e poi telefona alla famiglia: "Mi sono perso". Ore di ansia per un 80enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento