San Lorenzo, a porto cesareo "stelle senza fuochi"

I falò che vengono accesi il 10 agosto provocano uno scempio ambientale al quale l'amministrazione vuole porre fine. Con ambientalisti e forze dell'ordine presenta un programma di sensibilizzazione

Una foto di Porto Cesareo
Divertirsi, ma in modo responsabile. A Porto Cesareo, per la notte di San Lorenzo, sarà proibito accendere falò sulla costa. "Stelle senza fuochi" si chiama infatti l'iniziativa promossa dall'amministrazione comunale. Il prossimo 8 agosto, l'attività di sensibilizzazione del Comune di Porto Cesareo per la notte di San Lorenzo, che ogni anno attira lungo la costa jonica decine di migliaia turisti e villeggianti, sarà presentata in un'apposita conferenza stampa. Interverranno il sindaco Vito Foscarini, il tenente Sante Picchi della compagnia dei carabinieri di Campi Salentina, il comandante Romolo Peluso della polizia municipale di Porto Cesareo, il maresciallo capo Angelo Mele dell'ufficio locale della guardia costiera, Cosimo Colazzo della brigata della guardia di finanza cesarina, il giornalista romano Gianni Ippoliti, il responsabile del centro di educazione ambientale Mino Bucciolieri e Maurizio Manna, responsabile provinciale di Legambiente.

I tre capisaldi delle campagne programmate riguardano: maggiore tutela ambientale e sviluppo eco-sostenibile del territorio cesarino, la sicurezza nell'entroterra e lungo la costa e le sinergie economico-sociali tra gli Enti che propongono le azioni e le campagne. "Riteniamo -spiega Vito Foscarini sindaco di Porto Cesareo - che riappropriarsi del territorio e della sua naturale bellezza, carpendone le sue enormi potenziali, sia atto di amore e rispetto, capace di stimolare nelle coscienze di tutti, residenti villeggianti e turisti, la volontà univoca verso un incondizionato miglioramento delle condizioni di vita lungo il litorale cesarino, spesso martoriato da scempi di considerevole portata. Intendiamo quindi anche attraverso crescenti campagne di informazione, prevenzione e sopratutto sensibilizzazione, che hanno contraddistinto e contraddistingueranno il futuro dell'azione amministrativa e della politica turistica della nuova Porto Cesareo, innescare un sempre maggiore rispetto per il nostro paesaggio e per la splendida costa, creando una nuova immagine per la nostra comunità".

"Consci quindi che Porto Cesareo si appresta a ricevere i notevoli flussi turistici di agosto e soprattutto, le decine di migliaia di presenze della notte di San Lorenzo del 10 agosto - prosegue il primo cittadino -, notte che annualmente purtroppo lascia un segno indelebile in spiaggia come in città, nella prossima conferenza stampa fissata per l'otto agosto, l'amministrazione comunale illustrerà le azioni di prevenzione e di sicurezza e le due attività di sensibilizzazione ambientale. Azioni che nascono è bene sottolinearlo grazie alle importanti sinergie createsi tra le associazioni ambientaliste e socioculturali presenti sul territorio e l'amministrazione comunale".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per questa intensa giornata vissuta da molti in spiaggia dal tramonto all'alba, vogliamo anche e soprattutto grazie all'ausilio delle forze dell'ordine, dei vigili urbani e della guardia costiera, che la "notte delle stelle" sia "una notte senza fuochi" - spiega ancora Foscarini -, sì da farla coincidere solo e soltanto con il sano divertimento, ma anche e soprattutto con il rispetto della flora e della fauna delle nostre coste e del nostro mare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Fermato per strada trema davanti ai carabinieri. In casa aveva marijuana

Torna su
LeccePrima è in caricamento