Movida sulla riviera adriatica: un arresto per spaccio, dieci patenti ritirate

Controlli dei carabinieri di Maglie fra Santa Cesarea e dintorni. Pizzicato in discoteca un 26enne con Mdma e ketamina. Altri nei guai per guida sotto effetto

MAGLIE – Una notte così, i carabinieri della compagnia di Maglie, la ricorderanno a lungo. Hanno lavorato senza sosta fino all’alba e molto oltre. Sì, perché, proprio nel corso di un’operazione notturna a largo raggio sul loro territorio di competenza, con controlli sulle strade e nei locali notturni della riviera adriatica, si sono ritrovati a gestire anche una situazione del tutto fuori programma: uno sbarco di migranti da un natante a vela schiantatosi sulla scogliera di Porto Miggiano. Finendo anche per arrestare il presunto scafista.

Quest’ultimo intervento è stato molto rapido, per il motivo che in quel momento alcune pattuglie erano nei pressi della discoteca Guendalina di Santa Cesarea, dove, peraltro, avevano pocanzi arrestato un tunisino per spaccio. Così, in pochi minuti, dalla parte alta di Santa Cesarea, si sono fiondati verso la nota frazione marittima, sorprendendo il turco ancora (ne riferiamo a parte, Ndr).  

Un arresto per spaccio di droga

CHIRITI HELMI-2-2Tornando a Santa Cesarea, uno dei luoghi dove si sono concentrate le attenzioni, qui, i militari magliesi comandati dal capitano Giorgio Antonielli, hanno arrestato con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio Helmi Chriti, tunisino d’origine, di 26 anni, anche se residente a Barletta e con regolare permesso di soggiorno. L’hanno fermato nella discoteca per una perquisizione, trovandogli addosso ben dieci dosi di Mdma (per 34 grammi) e due involucri contenenti dosi di ketamina per 3 grammi. Cospicua la somma che aveva nelle tasche, 700 euro, finita sotto sequestro con lo stupefacente, perché ritenuta probabile incasso di cessioni già avvenute.

Dieci patenti ritirate

E non è tutto. In strada, sono stati deferiti per guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, con ritiro della patente di guida, quattro conducenti di veicoli: un 47enne di Cursi e tre soggetti di Poggiardo: un 23enne, un 24enne e un 52enne. Sono risultati positivi agli accertamenti.

Altre tre denunce hanno riguardato automobilisti che si sono rifiutati di sottostare al test: un 27enne di Sogliano Cavour, un 35enne di Otranto e una 30enne di Giuggianello. Altri quattro, infine, hanno subito denuncia e ritiro della patente, invece, per guida in stato d’ebbrezza: un 29enne di Lecce (tasso pari a 0.89 grammi per litro), un 43enne di Lecce (1.15), un 24enne di Muro Leccese (addirittura 2.20) e un 19enne di Uggiano La Chiesa (0.94, con il problema aggiuntivo di essere minore di 21 anni e con patente conseguita da meno di tre anni).

Altre tredici persone sono state poi segnalate per uso personale di sostanze stupefacenti con il sequestro complessivo di 13,70 grammi di marijuana, 2,33 di cocaina, 2 di Mdma, 0,38 di ketamina e uno spinello già pronto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

Torna su
LeccePrima è in caricamento