Scomparso da domenica, estese le ricerche dell'uomo di 78 anni

Non solo in città, ma anche in zone di campagna. Si sondano tutti i luoghi che Bruno Cantobelli ha frequentato nel corso degli anni. Per ora, nessuna traccia

LECCE – E’ ormai buio quando una squadra di vigili del fuoco percorre a piedi il ponte di legno sospeso su via San Cesario. In via Enrico Bozzi, fiancheggia la Foresta urbana. Gli uomini osservano in ogni anfratto, si arrampicano, agili, sulle spesse pareti che dividono quest’angolo seminascosto di Lecce da un mondo ancora semiselvaggio. Una zona dove vecchia e nuova edilizia, una miscellanea indistinta popolare e residenziale, si fonde tutto attorno alle tagghiate, cave e rigogliosa vegetazione. Guardano in basso, i vigili, e poi sollevano gli occhi verso l’orizzonte. Indicano, si confrontano. “Lì siamo già stati”.

Ricerche difficili

E’ uno dei gruppi che sta lavorando, ininterrottamente, alle ricerche di Bruno Cantobelli, il pensionato 78enne di Lecce di cui non si ha più notizia, ormai, da domenica. Passa un anziano su una sedia a rotelle, circondato da un manipolo di fedeli cani. “Buonasera”, esordisce. Poi chiede: “L’avete trovato?” Non lo conosceva, fa capire subito, ma si vede che s’è interessato in qualche modo alla vicenda.

WhatsApp Image 2019-01-22 at 17.29.05-2Tutto è reso più difficile dai connotati, così diversi dall’unica foto che circola, di quando Cantobelli era più giovane, probabilmente ancora in attività come rappresentante di commercio. Uno che s’è fatto strada da solo. Irriconoscibile, probabilmente, rispetto a quell’immagine, alla quale bisogna smagrire il volto e appicciare con una lunga barba bianca.    

Sono ormai passati tre giorni e per ora di lui non c’è traccia. Sempre molto attivo e indipendente, purtroppo, a causa di problemi di salute, tende ultimamente a perdere la memoria. Potrebbe quindi aggirarsi disorientato dentro Lecce, o qualche zona di campagna. Ed ecco che si guarda, appunto, fra le cave di Marco Vito e i dintorni, che si perlustrano tutti i punti impervi non lontani da via Lequile. Usando anche droni.  

Altri allontanamenti

L’uomo non è nuovo ad allontanamenti. Lo sanno bene parenti e conoscenti. Negli ultimi tempi è successo almeno tre altre volte. Poche settimane or sono, è arrivato a piedi, dalla sua abitazione di via Lequile, addirittura fino al bar “Il Palio” di via del Mare. Spaccando la città, di notte. Per lui, fin da giovane, quel bar, un ritrovo abituale. Riconosciuto da uno dei figli dei proprietari del locale, l’ha subito riaccompagnato a casa.

WhatsApp Image 2019-01-22 at 17.29.03 (2)-3

In tutte le altre occasioni, i suoi allontanamenti si sono sempre conclusi con rapidi ritrovamenti. Tanto da non essere nemmeno segnalati. Ma questa volta è passato più tempo. E così sale l’ansia e le ricerche devono estendersi a raggiera. Non più, solo, nel suo quartiere, o nelle zone centrali che frequentava, ma anche fuori. I vigili del fuoco hanno così perlustrato anche due maneggi e dintorni, nelle vaste campagne fra Cavallino, San Donato e San Cesario. I cavalli sono sempre stati fra le passioni di Cantobelli e, fino a solo un anno addietro, ne possedeva ancora uno. Poi venduto, proprio per motivi di salute. Non si lascia mai nulla d’intentato, per cui si è ipotizzato che potesse essersi diretto in quelle zone.

Com'è vestito

WhatsApp Image 2019-01-22 at 15.06.54-2L’ultima volta è stato visto con giacca verde, tuta nera in pile, ciabatte. Si suppone che possa essere questo il suo abbigliamento, a meno che non abbia avuto modo di cambiarsi. Pare non abbia al seguito né telefono cellulare, né documenti. L'uomo, che è vedovo, è alto circa 1 metro e 70, magro, ha occhi castani, e come detto, nella foto qui rappresentata, appare molto più giovane ed è quindi un'immagine puramente indicativa.

Le denuncia di scomparsa è stata presentata da un nipote presso i carabinieri della stazione di Lecce Principale. In campo, per le ricerche, oltre ai vigili del fuoco, il coordinamento provinciale di protezione civile, la croce rossa, tutti gli enti preposti a questo tipo che attività. La Prefettura sta svolgendo vari tavoli tecnici. Ieri pomeriggio il primo, oggi il secondo. E purtroppo, di mezzo ci si sta mettendo anche il maltempo. Di certo, non agevola la situazione. La notte scorsa è scesa la pioggia. Nella tarda mattinata, non è stato da meno. Nei prossimi giorni, è atteso anche un nuovo crollo delle temperature.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

Torna su
LeccePrima è in caricamento