Calcio & violenza: Aradeo, bersagliato di sassi pullman della Virtus Taurisano

Tensione intorno alle 18. Al termine della gara, vinta per 3-0 dai padroni di casa dell'Atletico, alcuni teppisti hanno atteso in una zona isolata il passaggio dei pullman di squadra e tifosi ospiti. Provocato un buco nel parabrezza. I carabinieri hanno invano tentato di bloccarli

Il vetro di un pullman danneggiato (foto di repertorio).

ARADEO – Nonostante la sonante vittoria per 3-0, alcuni esagitati sostenitori dell’Atletico Aradeo hanno dato vita questo pomeriggio a momenti di forte tensione, con una sassaiola ai danni del pullman della squadra ospite, la Virtus Taurisano. E tutto questo nonostante vi fosse anche una scorta di carabinieri, prevista fin fuori dal paese, proprio per cercare di contenere eventuali incidenti che erano stati di facile previsione.

Fra le due tifoserie non corre buon sangue e così le ritorsioni si fanno continue. Già durante la scorsa stagione si erano verificati episodi analoghi ad Aradeo, con risposta al ritorno dei tifosi locali e controreplica avvenuta questo pomeriggio. E sono stati attimi di paura vera, quelli subiti da calciatori e dirigenti taurisanesi, che erano seguiti a loro volta da una rappresentanza di tifosi per la trasferta.

Una sassaiola, infatti, ha raggiunto il mezzo sul quale viaggiavano, mandando in frantumi il parabrezza. Diverse le pietre volate all’improvviso da dietro alcuni cespugli, una delle quali ha fatto breccia nel vetro. Per fortuna nessuno è rimasto ferito.

La gara era valevole per la decima giornata del girone C di seconda categoria. L’Atletico Aradeo punta ai piani alti e con la vittoria odierna si mantiene alle spalle del Soleto, avanti di un punto, a quota 23, forte della vittoria in trasferta a Castiglione, con un perentorio 5-1. Più distaccata la Virtus Taurisano, quinta a 18 lunghezze.

Insomma, la gara di oggi era attesa perché ritenuta di vertice, ma anche temuta per via dei precedenti che lasciavano presagire possibili scontri. Tutto è andato liscio nel corso dei novanta minuti regolari, ma mentre i più fra i tifosi aradeini si sono limitati a gioire per la bella affermazione, qualche scalmanato (un manipolo di persone, forse non più di cinque o sei) ha deciso di proseguire il pomeriggio con la specialità del lancio del sasso.

Tutto è avvenuto intorno alle 18. E l’azione è stata fulminea. I carabinieri della stazione locale e dell’aliquota radiomobile di Gallipoli avevano fatto defluire i tifosi di casa, per poi passare a quelli ospiti. Questi erano attesi da un pullmino e sono partiti insieme al mezzo di squadra e dirigenti.

L’ordine era quello di scortare la piccola carovana fin fuori dal paese e così hanno ovviamente fatto i militari. Ma, una volta raggiunta via Gentiluomo (ironia della sorte…), in un’area buia e di campagna di Contrada Spina, a qualche chilometro di distanza dal campo sportivo e in direzione della provinciale per Galatone e Galatina, ecco che sono volati i sassi.

La teppaglia si era appostata dietro ad alcune siepi, ed ha bersagliato per qualche intenso secondo il pullman che trasportava i calciatori, provocando danni. Intatto, invece, il mezzo dei supporter. I carabinieri sono subito usciti dalle auto, ma nel frattempo il gruppetto si era già disperso nel buio.

Qualche tifoso del Taurisano a sua volta ha aperto le porte sbucando fuori dal mezzo, ma alla fine la situazione è rientrata alla normalità. Ora i militari stanno cercando d’identificare gli autori della rappresaglia, ma non è semplice, considerando il punto isolato in cui è avvenuto l’episodio, dove non vi sono ovviamente telecamere.

Ed è anche inutile sottolineare che la vicenda riporta ancora una volta in primo piano il problema della violenza nel calcio, con le serie minori e giovanili che di recente hanno fatto registrare più di qualche intemperanza, specialmente ai danni degli arbitri, come avvenuto nei tristi e recenti episodi d’invasioni di campo con aggressioni, avvenute sui campi sportivi di Cavallino e Tiggiano. Brutte parentesi seguite da quest’ennesimo episodio, più nella “norma” del tifo violento, ma di certo altrettanto grave.   

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Avete pensato che potrebbe essere una ritorsione dei tifosi del Parabita? in risposta all'aggressione del loro giocatore Juniores avvenuta qualche giorno prima?

    • Non credo, anche perchè in quelle ore pensavamo a giocare una bellissima e soprattutto correttissima partita a Racale!!!

  • Avatar di Val
    Val

    perchè le inseriscono nello stesso girone?

  • Ahahah vi aspetteranno a taurisano col tappeto rosso e tanti fiori credo

  • mi dispiace x i tifosi del taurisano ,una volta nostri compari in curva del mitico CASARANO degli anni 80 , non c è nulla da dire dietro a certi fatti , il mese scorso rimasi impressionato dalla tifoseria del taranto che fece visita in quel di gallipoli x il loro tifo e correttezza di cui dobbiamo prendere esempio , non mi dispiace x i tifosi del gallipoli che stanno facendo la fine del pollo così imparano a non ridere delle disgrazie altrui (nardò docet)

  • Ma siamo nel 2014 o nel medioevo?,ma queste teste d'uovo non hanno niente di meglio da fare?ma andate a f................tifosi ma quale tifosi solo gentaglia che con lo sport non hanno niente da dividere,pazzesco per una stupida partita di pallone di 2^ categoria,si rischia di fare danni fisici anche gravi,che schifo.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Finti disoccupati: donne ”assunte” nell’autolavaggio e laureati in nero, 71 indagati

  • Politica

    Temi su lavoro e Sud: un binomio possibile. Tavola rotonda Cgil

  • Cronaca

    Inquietante avvertimento: bombe nei pressi della casa del calciatore preso di mira a gennaio

  • Cronaca

    L’emergenza non si “spegne”: tre incendi dolosi nella notte

I più letti della settimana

  • Travolto dal treno, sopravvive: senza tre dita striscia da sotto la motrice

  • Finisce contro auto su cui viaggia famiglia con bambini: 80enne muore in ospedale

  • Immortalato mentre incendia suv di una casalinga: danni anche alle case vicine

  • Inquietante avvertimento: bombe nei pressi della casa del calciatore preso di mira a gennaio

  • Pizzicato dalla proprietaria a rubare in appartamento: in manette 25enne

  • A spasso per la città con cocaina ed eroina: finisce in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento