menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Secondo incendio e questa volta l'abitazione finisce del tutto in fiamme

Davvero bizzarra la vicenda che riguarda Francesco Preite, 45enne di Taurisano e Sergio Caputo, 50enne di Matino. Loro sono sempre in carcere e per la seconda volta è divampato un rogo nell'abitazione di via Manzoni. Ora, però, le fiamme hanno distrutto tutto

Repertorio.

TAURISANO – Questa volta il fuoco non s’è fermato sull’uscio. Questa volta le fiamme hanno fatto il loro “lavoro” fino in fondo, distruggendo tutto. Davvero bizzarra la vicenda che riguarda Francesco Preite, 45enne di Taurisano e Sergio Caputo, 50enne di Matino. Loro sono sempre in carcere con le accuse di incendio doloso, tentato omicidio e atti persecutori, e proprio un incendio per ben due volte è stato appiccato nella casa di proprietà del primo, dove abita anche il secondo.

Solo che, mentre nella prima occasione, alla vigilia di Capodanno, le fiamme si erano estinte da sole, questa volta arredi e mobilio sono stati arsi. Il fatto è avvenuto intorno alle 21 di ieri in via Manzoni. Ed è chiaro che, nonostante non vi siano questa volta evidenti segni di dolo, sia quella la pista seguita dagli investigatori del commissariato di polizia di Taurisano, che già nella prima occasione erano intervenuti. L’incendio è stato spento dai vigili del fuoco.  

Come noto, entrambi sono finiti in arresto con l’accusa di aver minacciato la sorella di Preite e il marito della donna, per motivi a quanto pare legati all’eredità, fino ad arrivare a un vero e proprio raid incendiario nell’abitazione nel quale la donna ha rischiato di morire soffocata.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      In arrivo una perturbazione intensa, allerta arancione sul Salento

    • Cronaca

      Paziente morì dopo l'isteroscopia, ginecologa condannata a due anni

    • Incidenti stradali

      Schianto con l'auto contro un albero, tre ragazzi in codice rosso

    • Cronaca

      Spaccio, 12 chili di marijuana a San Pio: nei guai due fratelli

    Torna su