Trovato riverso in acqua, 22enne soccorso appena in tempo dai bagnanti

Il giovane, di Salice Salentino, forse a causa di un malore ha rischiato di annegare. Portato sulla battigia da alcune persone che avevano visto il corpo galleggiare, è ora ricoverato nel reparto di Rianimazione con prognosi riservata

PORTO CESAREO – Un 22enne di Salice Salentino è ricoverato nel reparto di Rianimazione del “Vito Fazzi” di Lecce con sintomi di semi-annegamento, avendo inalato una notevole quantità di acqua. R.S., queste le iniziali, è stato soccorso da alcuni bagnanti che avevano notato un corpo riverso in mare. Probabilmente aveva appena accusato un malore. Lo hanno portato sulla battigia, mentre altre persone hanno chiamato il 118.

L’episodio si è verificato nella parte centrale del litorale sabbioso di Porto Cesareo, su tratto di arenile molto frequentato, con spiagge sia libere che attrezzate, in corrispondenza di una nota struttura alberghiera. Un’ambulanza è giunta sul posto da Nardò ed ha trasportato il malcapitato all’ospedale leccese dove il 22enne è arrivato in condizioni critiche. E’ stato sottoposto a tutti gli esami del caso, compresa una Tac, e i medici, dopo averlo sedato e intubato, si sono riservati la prognosi.

Per la postazione di polizia all’interno del nosocomio leccese non è stato facile risalire all’identità del giovane, che al momento del probabile malore era solo. Pare che fosse in vacanza, in tenda, con un gruppo di amici. I genitori lo hanno raggiunto nel pomeriggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Sferra coltellata all'addome del barista: operato all'intestino, arrestato 47enne

  • Breve temporale, ma il fulmine si abbatte sulla casa: impianto elettrico fuori uso

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

  • Salento in lutto per la perdita di Luigi Russo, protagonista di lotte per ambiente e diritti

  • Ruba offerte e collanina, poi urina sull’altare: denunciato dopo un controllo nel “compro oro”

Torna su
LeccePrima è in caricamento