Sequestrata discarica abusiva di 94mila metri quadrati

Individuato dalla guardia di finanza lo scempio ambientale nella zona industriale a seguito di una ricognizione aerea. E sono scattati i sigilli. Indagini a tutto campo per risalire ai proprietari

DSCN1776

UGENTO - Ci sono le ricognizioni aeree che, all'insaputa di quanti credono di poter utilizzare parte del territorio come discarica abusiva, individuano i siti dello scempio ambientale. E proprio a seguito di una segnalazione della Sezione aerea di manovra del Corpo di Grottaglie che, nel corso di una missione, aveva rilevato la presenza di numerosi cumuli di rifiuti speciali e pericolosi, i finanzieri della Tenenza di Casarano hanno scoperto, a Ugento, una discarica a cielo aperto.

Si tratta di un'estensione di poco superiore a 94 mila metri quadrati, con rifiuti speciali pericolosi ed altro materiale inerte derivante da lavorazioni edili, disseminati tra i secolari alberi di ulivo e la distesa di macchia mediterranea. Nello specifico erano stati abbandonati materiale di risulta, comprese alcune lastre di eternit, pneumatici di veicoli fuori uso, plastiche, vetri, guaine catramate, parti di televisori rottamati, altri elettrodomestici fuori uso e, addirittura, carcasse di animali bruciati vivi.

E così i militari si sono recati presso il competente ufficio tecnico comunale, dove ganno visionato gli estratti di mappa, le visure catastali e di ogni altro documento concernente la vasta area. Che intanto è stata sequestrata, così come sono stati avviati gli approfondimenti per risalire ai proprietari della zona agricola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una 26enne finisce contro un muretto e muore: secondo dramma in quattro giorni

  • In Puglia 124 nuovi contagiati. Due decessi, uno in provincia di Lecce

  • Medico rientra dal turno e perde il controllo dell’auto: finisce nel canale

  • Nel Salento 54 casi nei due ultimi giorni. Nessuno attribuito capoluogo

  • “Il mostro è arrivato dentro casa”: La Fontanella, sono 31 i contagiati

  • In moto a folle velocità sfugge a tre volanti. “Ero andato a Otranto per un caffè”

Torna su
LeccePrima è in caricamento