Non smontano i chioschi delle crêpe e scattano i sigilli per le strutture

Denunciati i quattro proprietari. Le attività, di carattere stagionale, si trovano nei pressi del ponte sul fiume Idro

OTRANTO – La mancata esecuzione dello smontaggio stagionale li fa diventare, di fatto, abusivi. E così, quattro chioschi adibiti alla preparazione delle crêpe, oltre che alla vendita di altri alimenti e bevande, nel pieno centro di Otranto, finiscono sotto sequestro. I sigilli sono stati apposti nei giorni scorsi dai carabinieri della stazione e dalla polizia locale. Si tratta dei chioschi che sorgono nei pressi del ponte sul fiume Idro.  

I gestori sono stati tutti denunciati a piede libero per inosservanza delle norme in materia edilizia in zona sottoposta a vincolo paesaggistico e idrogeologico. I quattro non sarebbero dunque provvisti allo stato attuale del titolo edilizio per mantenere aperti i chioschi.

Da qui, sono derivati i sigilli che si vanno ad aggiungere agli altri, già apposti nei giorni precedenti, ai pontili del porto, per i quali sindaco, giunta e responsabile tecnico sono stati a loro volta indagati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento