Pescatori nella “rete” della guardia costiera: sequestrati 600 ricci

I controlli, da parte dei militari tra Porto Cesareo e Gallipoli. Gli esemplari in vita sono stati rigettati in mare

I ricci sequestrati.

PORTO CESAREO – Due operazioni distinte, nel fine settimana, da parte dei militari della guardia costiera di Gallipoli.  Hanno infatti sequestrato circa 600 ricci di mare, di cui 400 raccolti da un pescatore nell’Area marina protetta di Porto Cesareo.

Circa 200 esemplari sono inoltre stati venduti sempre da un pescatore sportivo sul lungomare di Gallipoli.  Ad entrambi i pescatori è stata elevata una sanzione amministrativa ed il prodotto ittico è stato posto sotto sequestro.

I ricci di mare, riconosciuti in stato vitale dal personale veterinario dell'Asl, intervenuto su chiamata dei militari, sono stati rigettati in mare sia nella giornata di venerdì, che di sabato.

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro all’incrocio: 28enne sbalzato dallo scooter muore in ospedale

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento