Pescatori nella “rete” della guardia costiera: sequestrati 600 ricci

I controlli, da parte dei militari tra Porto Cesareo e Gallipoli. Gli esemplari in vita sono stati rigettati in mare

I ricci sequestrati.

PORTO CESAREO – Due operazioni distinte, nel fine settimana, da parte dei militari della guardia costiera di Gallipoli.  Hanno infatti sequestrato circa 600 ricci di mare, di cui 400 raccolti da un pescatore nell’Area marina protetta di Porto Cesareo.

Circa 200 esemplari sono inoltre stati venduti sempre da un pescatore sportivo sul lungomare di Gallipoli.  Ad entrambi i pescatori è stata elevata una sanzione amministrativa ed il prodotto ittico è stato posto sotto sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I ricci di mare, riconosciuti in stato vitale dal personale veterinario dell'Asl, intervenuto su chiamata dei militari, sono stati rigettati in mare sia nella giornata di venerdì, che di sabato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • La mappa del contagio: da Unisalento e Asl la foto dei casi per comune

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Paura a Lequile: olio bollente sul volto, gravi ustioni per un bimbo di 2 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento