Preleva mille ricci dall’area protetta: denunciato pescatore sportivo

E' stato sorpreso all'alba, nella riserva marina di Porto Cesareo. Per un gestore di una pescheria senza autorizzazione, mille euro di multa

I ricci sequestrati a Porto Cesareo

PORTO CESAREO – Oltre mille ricci “prelevati” dall’Area marina protetta sono stati sequestrati dai militari della guardia costiera di Gallipoli. Alle prime luci dell’alba di oggi, gli uomini della capitaneria sono passati in azione.

 Nella zona di Porto Cesareo, costantemente monitorata dalle videocamere, hanno scoperto un pescatore sportivo, sprovvisto di qualsiasi autorizzazione, intento nella raccolta di oltre mille esemplari di echinodermi, nonostante  la vigente normativa sulla gestione delle aree marine protette. I militari, oltre ad aver denunciato il trasgressore, hanno posto sotto sequestro il prodotto ittico e l’attrezzatura subacquea utilizzata per la pesca dell’ingente quantitativo di ricci di mare.

IL VIDEO

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre in  giornata, un nucleo di militari specializzati nel controllo sulla filiera della pesca hanno elevato un verbale amministrativo dell’ammontare di mille euro, presso un punto vendita  per il commercio di prodotto ittico al dettaglio, all’interno di un centro commerciale della provincia di Lecce. I gestori sono accusati di aver esercitato il proprio lavoro senza aver inoltrato alla competente autorità sanitaria la scia, la segnalazione certificata di inizio attività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Puglia, crescita lenta: nel Salento dieci nuovi casi, tre i decessi

Torna su
LeccePrima è in caricamento