Pescatore nella “rete” dei militari: trovato con 400 ricci e due chili di ostriche

E' accaduto in mattinata, a Torre Lapillo di Porto Cesareo. Per prelevare gli esemplari, il trasgressore aveva anche attrezzatura subacquea

Il sequestro da parte della capitaneria

PORTO CESAREO – Un altro pescatore di frodo nella “rete” della guardia costiera. Il monitoraggio sulle attività di pesca della capitaneria di porto di Gallipoli ha consentito di localizzare  un trasgressore nei pressi di Torre Lapillo.

In tarda mattinata, infatti, è stato sorpreso al termine della battuta di pesca, con un quantitativo di ricci di mare ed ostriche ben oltre il limite consentito dalle normative vigenti in tema di pesca sportiva e ricreativa. L’uomo aveva prelevato dallo specchio d’acqua dello Ionio ben 400 rImmagine2-3-13icci e 200 ostriche.

IL VIDEO

Inoltre, grazie alle telecamere di videosorveglianza dell’Area marina protetta di Porto Cesareo, è stato appurato che il pescatore, per massimizzare la raccolta del prodotto ittico, ha utilizzato dell’attrezzatura subacquea. Il tutto è stato posto sequestro, assieme agli esemplari pregiati, poi rigettati in mare, dopo la consulenza del personale sanitario, per la verifica dello stato di vitalità.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Guardate il video e vedete dove hanno buttato i ricci, sotto le loro barche , così i loro sommozzatori li andranno a recuperare et voilà il gioco é fatto !!! Quindi domani linguine ai ricci di mare !!!

Notizie di oggi

  • Sport

    Mister Rizzo e il curioso retroscena: "Al Lecce non ho detto subito sì"

  • Politica

    Nel segno della Costituzione e dei giovani la Festa della Liberazione

  • Cronaca

    Seguono le tracce lasciate dai ladri e trovano la refurtiva per 30mila euro

  • Cronaca

    Aggredisce un ospite della comunità dove si trova ai domiciliari, in carcere

I più letti della settimana

  • Fermati con cocaina, denaro e carta d'identità rubata. Nei guai tre ventenni

  • Fuoco e poi richieste estorsive fino a 50mila euro, scattano tre arresti

  • La cocaina? Per il professionista arriva direttamente a domicilio

  • Arrivano i cani antidroga a scuola e la marijuana vola dalla finestra

  • Quella rapina al passaggio al livello? Era tutta una montatura

  • Fanno saltare il bancomat e fuggono con il bottino nella notte

Torna su
LeccePrima è in caricamento