Serra di marijuana nascosta in un terreno, lascia il carcere imprenditore edile

Il giudice ha concesso al 40enne di Monteroni gli arresti domiciliari al termine dell'udienza di convalida del fermo

LECCE - Ha lasciato il carcere Emanuele Monaco, l'imprenditore edile di Monteroni 40enne arrestato nei giorni scorsi dopo il blitz dei carabinieri, che avevano trovato in un terreno adiacente alla sua abitazione una piantagione di marijuana, con circa 500 piante alte fino a quasi due metri, nascosta in un terreno adiacente all'abitazione. Monaco, assistito  dall'avvocato Massimo Bellini, è comparso dinanzi al gip Stefano Sernia per l'udienza di convalida dell'arresto. Al termine dell'interrogatorio il giudice ha concesso al 40enne gli arresti domiciliari.MONACO EMANUELE-2

La piantagione, di circa 250 metri quadri, era occultata con grande abilità. L'area era rivestita da una impenetrabile rete verde per occultarne la vista anche dall’alto. Inoltre l’area non accessibile per via della recinzione e la presenza di una fitta vegetazione ornamentale, che ben scongiurava gli sguardi indiscreti di chi occasionalmente si fosse avvicinato al luogo e che avrebbe potuto pertanto avere la cognizione dell’insospettabile coltivazione. All’interno della serra circa 490 piante tra i 70 e 170 centimetri, e120 germogli di marijuana. nel corso della perquisizione all’interno dell’abitazione, sono stati rinvenuti centinaia di semi di marijuana e tappi idonei all’avviamento di nuove piantine.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Ma...guarda che siete tremendi eh...i domiciliari sono stati dati affinché il raccolto non vada a male...paria fiaccu mo dopu tuttu st'impegnu!...ai mammaaaa....che italiaaa

  • E se lo Stato dovesse liberalizzare la Cannabis, abbiamo trovato un'alternativa allo sfacelo prodotto dalla Xylella. Guarda te che meraviglia di sviluppo!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    In tre lo accerchiano sotto casa, commerciante pestato e rapinato

  • Cronaca

    Fiamme nella lavanderia del b&b, attimi di paura nel centro storico

  • Politica

    Albanese, donna, progressista. Dopo gli insulti, rilancia: "C'è un'Italia migliore"

  • Politica

    Esposto contro Tap a firma di senatori e deputati: "Garantire il diritto all'ambiente"

I più letti della settimana

  • Attacco allo stand della Lega nella piazza, ragazza contusa

  • Oltre 1 chilo di cocaina, arrestato il fratello del boss del clan "Vernel"

  • Esalta il fisico con gli abiti giusti

  • Far West vicino alla banca: spari in aria, rapinati 35mila euro

  • Malore improvviso, cameriere cade e batte la testa: in codice rosso

  • Intonano cori da stadio a Pescara, leccesi aggrediti. Uno accoltellato

Torna su
LeccePrima è in caricamento