Sesso e regali per favori e processi: in arresto un pm, dirigenti sanitari e avvocata

La guardia di finanza ha eseguito un'ordinanza della procura di Potenza. Individuato un sistema di corruzione con al centro un sostituto procuratore da anni in servizio a Lecce

LECCE – Un terremoto giudiziario scuote dalle fondamenta il Tribunale di Lecce e l'azienda sanitaria locale. In mattinata i militari del nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza hanno eseguito un'ordinanza del giudice per le indagini preliminari Potenza 

WhatsApp Image 2018-12-06 at 19.57.53-2Detenzione in carcere per il pubblico ministero Emilio Arnesano (nella foto laterale) e Carlo Siciliano, dirigente della Asl di Lecce. In regime di domiciliari, con dispositivo elettronico di controllo, si trovano Ottavio Narracci, direttore generale della Asl, Giorgio Trianni e Giuseppe Rollo, anche loro dirigenti dell’azienda sanitaria, primari di Neurologia il primo e Ortopedia il secondo presso il "Vito Fazzi" di Lecce e Benedetta Martina, avvocata del foro di Lecce. Inoltre è stato disposto il divieto di dimora nel territorio leccese per Mario Salvatore Ciardo.

Le indagini della guardia di finanza

Le indagini sono partite da una specifica notizia di reato carico del sostituto procuratore e sono state effettuate dal nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Lecce su delega della procura della Repubblica di Potenza. I riscontri effettuati in quattro mesi hanno fatto emergere una rete di corruzione che si è dipanata dal primo episodio contestato: un provvedimento di dissequestro di una piscina di proprietà di Trianni, con successiva richiesta di archiviazione, in cambio di un soggiorno con battute di caccia offerto dal dirigente medico.

I successivi approfondimenti hanno svelato ulteriori episodi di corruzione in atti giudiziari, di induzione a dare o promettere utilità a pubblico ufficiale e di abuso d’ufficio. Da una parte incontri sessuali, in particolare con la legale i cui assistiti, questa l’ipotesi investigativa, beneficiavano degli “aggiustamenti” orchestrati dal pubblico ministero.

Favori in cambio di sesso

In un altro caso il magistrato avrebbe contattato il presidente della commissione d’esame per abilitazione alla professione legale, Ciardo, allo scopo di facilitare il superamento della prova orale che una aspirante avvocata, vicina alla Martina, avrebbe dovuto sostenere di lì a poco: un incontro sarebbe stato organizzato nell’ufficio di Arnesano alla presenza di Ciardo e della canditata per consentire a quest’ultima di conoscere in anticipo le domande che le sarebbero state poste. Il sostituto si sarebbe prestato, come accertamenti e intercettazioni sembrano confermare, allo scopo di ottenere prestazioni sessuali dalle due legali. In un’altra circostanza Arnesano avrebbe chiesto incontri particolari ad un’altra avvocata, che lo aveva sollecitato a spezzare una lancia in suo favore con il presidente del collegio di disciplina dell’Ordine degli avvocati, Augusto Conte.

"Vendita delle funzioni giudiziarie"

Ottavio Narracci_DG ASL Lecce-2-2-2A carico del pubblico ministero sono emerse anche altre fattispecie nell’ambito di quello che la procura di Potenza definisce un “collaudato sistema di vendita delle funzioni giudiziarie”.  Arnesano avrebbe puntualmente favorito dirigenti e medici della Asl, amici di Carlo Siciliano, assicurando loro l’esito positivo dei procedimenti in cui erano coinvolti: si tratta di Trianni, Rollo e Narracci (nella foto a lato).

Aquest’ultimo, ad esempio, Arnesano avrebbe garantito l’assoluzione, in effetti ottenuta, in un processo per peculato nel quale lui stesso era pubblico ministero. La moneta di scambio è stata individuata in una imbarcazione di 12 metri vendutagli da Siciliano ad un prezzo inferiore a quello di mercato con pagamento in contanti – sull’origine del denaro sono in corso accertamenti – e indicazioni nell’atto di acquisto di un importo simbolico non corrispondente a quello pagato.

Più in generale Arnesano è risultato beneficiario, insieme ai familiari ed amici più stretti, di prestazioni mediche accordate con trattamenti preferenziali. Nell’ambito dell’esecuzione dell’ordinanza, firmata dal procuratore di Potenza, Francesco Curcio, è stata sequestrata, oltre all’imbarcazione, anche la piscina risultata nella disponibilità di Trianni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (67)

  • Che schifo. Questi sono malati mentali. Più che in carcere devono essere messi in cliniche psichiatriche.

  • in fin dei conti il PM parlava di pene e le avvocatesse di grazie concesse...

  • narracci narracci 100 anni di galera auguro e tutto quello creato che sia confiscato

  • scusate...state sbagliando...il vero problema a lecce sono i migranti..volete mettere il disagio che creano due senegalesi che espongono la loro merce sul corso rispetto a questo episodio??? in fondo...(ma proprio in fondo ah ah ah) un maschietto prestante (??) amoreggiava...platonicamente poi con giovani avvocatesse...avvenenti...ma candide e della lecce bene....per metterci una pezza...dai...piccolezze....vuoi mettere i migranti.....

  • Nel 1991 Battiato pubblicava: "Povera patria! Schiacciata dagli abusi del potere di gente @#?*%$, che non sa cos'è il pudore, si credono potenti e gli va bene quello che fanno; e tutto gli appartiene. Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni! Questo paese è devastato dal dolore..." Nel 2009 cantava:"Uno dice che male c'è a organizzare feste private con delle belle ragazze per allietare primari e servitori dello stato? non ci siamo capiti e perché mai dovremmo pagare anche gli extra a dei rin@#?*%$iti? Che cosa possono le leggi dove regna soltanto il denaro? la giustizia non è altro che una pubblica merce di cosa vivrebbero ciarlatani e truffatori se non avessero moneta sonante da gettare come ami fra la gente. La linea orizzontale ci spinge verso la materia, quella verticale verso lo spirito...." Ci aveva visto bene il buon Franco? Speriamo che almeno in questo caso si sia sbagliato! Ad ogni modo: "Ma quando ritorno in me, sulla mia via, a leggere e studiare, ascoltando i grandi del passato mi basta una sonata di Corelli, perché mi meravigli del creato! " Il rispetto ha ben altre fondamenta...evidentemente!!!

  • FOCU NOSCIU, che bella comitiva! A Lecce abbiamo tante belle comitive. Non dimentichiamo quell'altra splendida comitiva di pasqualini, monosi, torricelli!!! Lecce, città di belle comitive! Tanti bravi ragazzi onesti e semplici che si scoprono con gli stessi ideali e decidono di unire le loro forze per fare un cammino insieme...lontano dai riflettori, naturalmente! Un esempio da ammirare e seguire!! Seguire e pedinare, come ha fatto la guardia di finanza! Rilanciamo l'edilizia con tante nuove carceri!!

  • Chi sbaglia, paghi. Ed è giusto che avvocati, giudici....paghino, senza sconti di pena, come tutti i comuni mortali. La professione legale, come quella medica, è legata alla propria coscienza, pertanto il loro operato può danneggiare moralmente, oltre che economicamente una persona, peggio di un'arma.

    • .. Ma se il P. M. Omette atti di indagine... Ovviamente il GUP... archivia

  • Scusate ma il provvedimento di archiviazione e la sentenza di assoluzione (che poi, sembra di comprendere, sono le accuse principali, per le raccomandazioni potendo al più parlarsi del consueto e comune malcostume italiano) non sono decisioni che ricadono nella responsabilità del giudice, rispetto alle quali pubblico ministero si limita a formulare le proprie richieste?. Se è così consiglierei maggiore prudenza prima di giungere a conclusioni affettate...

    • ...anche per un giudizio "morale"?

  • e gia

  • ma il procuratore capo di Lecce, di niente si era accorto???

    • Credo di sì... Il procuratore capo a Lecce è una gran brava persona... Le indagini sono partite proprio da Lecce e proseguite a potenza per competenza essendo coinvolto un magistrato

  • Veramente bruttissima vicenda. Penso a tutti quei magistrati e avvocati, la maggior parte, che con spirito di abnegazione si impegnano, si sacrificano, e soffrono. Auguro all ex P. M. tante ore d'aria, su e giù a passeggiare, tra coloro che riteneva essere dall altra sponda del fiume, vergognati piccolo uomo, spero che ti farai tanto carcere da terminare la tua miserevole vita al grand hotel! ... Un plauso ai tantissimi magistrati per bene che abbiano a Lecce.

    • Forse parli degli avvocati di molte generazioni fa , ora credimi dilaga l'arrivismo e la sete di potere non c'è più rispetto per i valori.

  • E questa è solo la punta dell'iceberg..... Nel provincialismo più bieco di questa città l'essere professionisti che ricoprono posti di rilevanza ed importanza come quella dei nostri esemplari concittadini oggi assurti alla ribalta delle pagine di cronaca giudiziaria è inteso come l'appartenere ad una casta di onnipotenti che del vizio e della sciatteria morale ne fanno bandiera.......purtroppo siamo una nazione che finchè avrà questa classe dirigente non potrà che rimanere agli ultimi posti nella classifica delle nazioni civili..... VERGOGNA!!!!!!!!.......dimostriamo di essere civili.....condannateli, radiateli dagli albi e confiscategli tutti i beni .....

  • buttate le chiavi nell oceano, perche' nel mar ionio e poco profondo e sono capaci che le prendono!

  • scusate ma perché il nome dell'avvocatessa non compare nell'ordine di lecce e manco tra i sospesi?

    • Quando la notizia si è diffusa c'era, evidentemente sono stati già presi dei provvedimenti anche a tutela dell'interessata, non si sa mai cosa possono combinare quelli che dicono: "buttale le chiavi", "portateli in processione", ecc.. ecc.

  • per colpa di certi LAUREATI CORROTTI milioni di Meridionali fanno la fame. sarebbe giusto revocargli la Laurea

  • In nome del popolo italiano... per interessi personali!!! SCHIFATO

  • Gente con mogli, mariti e SOPRATUTTO figli piccoli.

  • Eccoci. Donne e uomini che non si smentiscono mai. Altro che giornate per la difesa del gentil sesso. Altro che sensibilizzazione sull'autonomia dell'autorità giudiziaria. Altro che lavaggi del cervello vari e reiterati. L'è tutta una gran porcata e basta.

  • in cosa bisogna credere,quali valori insegnare ai costri figli ChE ZOZZERIE povere quelle persone che dalla parte della ragione giudiziaria,si sono visti condannati ingiustamente 

  • penso che solo da Potenza poteva arrivare una simile indagine!Su Lecce copertura totale:non si vede ,non si sente,silenzio assoluto..purche' non si muova nulla!La metropolitana di superficie?e' mai possibile che non ci siano denunce per un servizio inesistente?Viviamo purtroppo nella @#?*%$a..ad ogno angolo ,come ti giri giri...

    • Pensi male perché l'indagine parte da Lecce e viene svolta a Lecce. Potenza come procura interviene d'ufficio perché è coinvolto un magistrato.

  • Massoneria

  • E' da tempo che i colletti bianchi a Lecce se la la passano franca, ricordiamo le ultime azioni della Magistratura ad opera del dott. Imerio Tramis quando si interessava delle aziende nate sulle ceneri della legge 448. Qui siamo dinanzi a notizie che da tempo erano sulla bocca di tutti ed anche di Emiliano che non vede e non sente riconfermando personaggi discussi e con pene patteggiate. Ben venga una pulizia a 360 gradi che espella dai gangli di questo Stato la corruzione e la concussione.

  • che schifo!

  • ...e poi fannu li VIP...

  • Che squallore...

  • Buttate le chiavi

  • Focu meu.... sorta noscia!

  • questi signori devo essere immediatamente sospesi dai loro incarichi e allontanati a vita dalla pubblica amministrazione

  • Percepiranno ora come ricompensa anche tredicesima, produttività e regali per le loro prestazioni.

  • Come si dice in genere tra Natale e capodanno saranno tutti a casa e tutto rientrerà nella normalità con le solite nomine politiche ai posti di comando e le normalissime raccomandazioni .Alla prossima telenovela e auguri solo alle persone oneste

Commenti meno recenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sesso con il pm per avere vantaggi, l'avvocatessa sotto torchio per un'ora

  • Cronaca

    "Favori & Giustizia", il direttore generale dell'Asl Narracci respinge le accuse

  • Cronaca

    Il "sistema Arnesano" andava fermato, la denuncia dei suoi stessi colleghi

  • Attualità

    Più navette e 1350 parcheggi gratis nel week end, in centro si paga in sei festivi

I più letti della settimana

  • Sesso e regali per favori e processi: in arresto un pm, dirigenti sanitari e avvocata

  • Travolto da un’autovettura, un 62enne perde la vita davanti alla moglie

  • Ore di apprensione a Casarano: rintracciato di notte 22enne scomparso nel nulla

  • Forte boato squarcia il Nord Salento. L'Aeronautica: "Un bang sonico"

  • Bancarotta fraudolenta aggravata: quattro imprenditori in arresto

  • Inchiesta sesso&giustizia, Altavilla: “Triste pagina, ma indagine non è condanna”

Torna su
LeccePrima è in caricamento