Si finge al telefono tecnico della Sisal e riesce a spillare quasi 7mila euro

Denunciato un 25enne napoletano. Il raggiro in estate. Il titolare di una ricevitoria ha segnalato il caso ai carabinieri

MARTANO – Un piano diabolico, quello di G.C.G., 25enne di Napoli, grazie al quale è riuscito a spillare al titolare di una ricevitoria salentina la bellezza di 6mila e 900 euro. fingendosi un tecnico della Sisal che aveva telefonato per una serie di prove per testare la linea. Consistenti nella simulazione di ricariche, che, ha assicurato, avrebbe poi stornato lui. In realtà, ma si è scoperto dopo, tutte ricariche su conti di scommesse online. Operazioni reali.

Il giovane truffatore è stato però scoperto e deferito, dopo la segnalazione presentata dal malcapitato presso la stazione dei carabinieri di Martano. Il quale, controllando successivamente il conto Sisal di cui dispone ogni ricevitoria e sul quale si anticipano i soldi per le ricariche, si è reso conto che effettivamente le operazioni erano andate in porto.

Deve essere stato molto convincente, il giovane, al telefono, per riuscire a mettere a segno il raggiro. Tutto avvenuto nel cuore dell’estate, ovvero il 6 agosto scorso. Ai carabinieri, la vittima, ha spiegato quanto avvenuto e le indagini hanno condotto i militari martanesi verso la Campania. Alla fine, il 25enne è stato smascherato e denunciato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Alla partenza del primo Frecciarossa per Torino anche giovani aspiranti macchinisti

  • Incidenti stradali

    Scontro fra auto e moto sulla strada per il mare, centauro in ospedale

  • Cronaca

    Due proiettili in busta "recapitati" in giardino a un militare in congedo

  • Cronaca

    Rubano l'auto di una donna e la bruciano a pochi chilometri di distanza

I più letti della settimana

  • Sesso e regali per favori e processi: in arresto un pm, dirigenti sanitari e avvocata

  • Travolto da un’autovettura, un 62enne perde la vita davanti alla moglie

  • Ore di apprensione a Casarano: rintracciato di notte 22enne scomparso nel nulla

  • Bancarotta fraudolenta aggravata: quattro imprenditori in arresto

  • Inchiesta sesso&giustizia, Altavilla: “Triste pagina, ma indagine non è condanna”

  • "Mio padre brucia lo stipendio". Entra nel bar e sfascia le slot con una mazza

Torna su
LeccePrima è in caricamento