Si introduce in un appartamento per rubare ma fa scattare l'allarme

I carabinieri di Porto Cesareo hanno colto sul fatto un 29enne di Nardò. Per lui, dopo l'arresto, si sono aperte le porte del carcere

LECCE – A tradirlo è stato l’impianto d’allarme, entrato in funzione dopo l’effrazione della finestra di un’abitazione CALIGNANO PIERLUIGI 1-2in via don Tonino Bello, a Porto Cesareo. I carabinieri, accorsi sul posto, hanno bloccato Pier Luigi Calignano, 29enne di Nardò con precedenti, prima che potesse darsi alla fuga.

Il 29enne è stato arrestato in flagranza di reato per tentato furto in abitazione aggravato. Al termine della formalità di rito è stato trasferito nella casa circondariale di Lecce, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

Torna su
LeccePrima è in caricamento