Sigilli alla cava utilizzata come discarica abusiva

Ancora discariche abusive nel Salento. Ne hanno scoperta un'altra questa mattina in località "Masseria Macrì", nella campagne del Comune di Supersano, gli agenti del Comando stazione di Tricase

disca
Ancora discariche abusive nel Salento. Ne hanno scoperta un'altra questa mattina in località "Masseria Macrì", nella campagne del Comune di Supersano, gli agenti del Comando stazione di Tricase durante un controllo mirato a reprimere l'abbandono incontrollato di rifiuti.

Giunti sul posto, si sono trovati di fronte una cava estesa circa 1500 metri quadrati (nella foto) all'interno di una superficie più vasta pari a 16 ettari. La proprietaria, una donna di Cutrofiano e residente a Corigliano d'Otranto, è stata denunciata per aver commissionato opere di riempimento della suddetta cava mediante l'accumulo e lo spianamento di rifiuti speciali provenienti da demolizione, blocchi di cemento vibrato, travi in cemento armato, conci di tufo, piastrelle; e poi pneumatici di vario tipo e dimensione, oltre che a materiale ferroso e residui di asfalto. Sigilli ovviamente alla discarica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento