Sisma nell'Italia centrale, attivato dalla protezione civile un numero solidale

Medici, infermieri e soccorritori possono inviare i dati alla sala operativa con la mail soup.puglia@regione.puglia.it

La devastazione ad Amatrice.

LECCE – Si continua a scavare tra le macerie, e si aggrava di ora in ora il bilancio delle vittime del terremoto di magnitudo 6.0 che ha colpito nella notte tra martedì e mercoledì l'Italia Centrale: al momento i morti accertati sono 247, secondo il Dipartimento della protezione civile. I feriti, ricoverati negli ospedali di Lazio, Umbria e Marche, sono centinaia. I comuni di Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto sono state praticamente rasi al suolo dal sisma. Alle 5.17 di questa mattina una nuova scossa di magnitudo 4.5 è stata chiaramente avvertita anche nelle Marche e nel Lazio.

Per chiunque volesse a dare un contributo economico alle popolazioni colpite dal sisma nel Centro Italia, il Dipartimento nazionale della protezione civile ha attivato il numero solidale 45500 (per info si può consultare il sito del Dpc).

Le persone interessate a dare un sostegno attivo, mettendo a disposizione le proprie competenze professionali (medici, infermieri, soccorritori), possono inviare i propri dati alla sala operativa della protezione civile Puglia all’indirizzo mail soup.puglia@regione.puglia.it. Al momento, infatti, il comitato operativo della protezione civile nazionale è impegnato nel coordinamento della prima fase di soccorso in cui la priorità è salvare vite umane, e ha comunicato che ulteriori contributi si renderanno necessari nella seconda fase, quella di assistenza alla popolazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo dalla Puglia sono partite quattro unità cinofile di due associazioni di volontariato di protezione civile per la ricerca di persone scomparse, e si sta predisponendo l’invio di tre funzionari della sezione protezione civile regionale per dare un supporto ai centri operativi di coordinamento. Anche la colonna mobile regionale è pronta per la partenza verso i luoghi colpiti dal sisma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • La mappa del contagio: da Unisalento e Asl la foto dei casi per comune

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Paura a Lequile: olio bollente sul volto, gravi ustioni per un bimbo di 2 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento