Colpito da un infarto: il titolare del lido lo soccorre col defibrillatore

L’episodio in uno stabilimento di Torre dell’Orso: il 65enne ricoverato d’urgenza. Due anni fa, lo stesso titolare salvò un uomo sempre grazie al dispositivo

Foto di repertorio.

TORRE DELL’ORSO (Melendugno) – I medici stanno facendo di tutto per salvare un 65enne, colpito da un arresto cardiaco nella tarda mattina di oggi, a Torre dell’Orso. L’uomo è però quanto meno giunto al pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, grazie all’intervento del titolare del "Lido Sorgente", dove il 65enne si trovava al momento del malore: l’imprenditore balneare, infatti, ha immediatamente fatto ricorso al defibrillatore, in attesa dei soccorsi che ha subito allertato.

Sul posto, infatti, gli operatori del 118, i quali hanno proseguito con le manovre di rianimazione sul cuore dell’uomo. Quest’ultimo è giunto in ospedale non cosciente, ma  il defibrillatore ha consentito di regolarizzare il battito cardiaco. Ora è tenuto sotto osservazione da parte dei medici dell’Unità di Cardiologia ed emodinamica. Il personale ospedaliero spera che le sue condizioni possano migliorare nel corso delle ore, pertanto sarà monitorato a vista.

Anche due anni addietro, durante la stagione estiva, lo stesso titolare dello stabilimento salvò un altro uomo, sempre colpito da un infarto, grazie all’utilizzo del defibrillatore, regolarmente installato nella struttura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

  • Buco sul muro del negozio di abbigliamento nel centro commerciale: il furto fallisce

  • Violentò la figlia e nacque una bambina: il padre condannato a 30 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento