Un pescatore colto da malore a 14 miglia dalla costa: salvato dalla guardia costiera

E’ accaduto al largo di Tricase, tra onde alte un metro e forti venti. A Gallipoli, sequestrati 400 ricci

I soccorsi a riva

TRICASE – La guardia costiera soccorre un uomo, a bordo di un peschereccio. E’ accaduto questa mattina, al largo di Tricase, quando i militari dell’Ufficio circondariale marittimo di Otranto hanno prestato aiuto a un pescatore, colto da un malore improvviso, mentre si trovava a circa 14 miglia dalla costa. Dopo aver ricevuto la segnalazione direttamente dal comandante del motopeschereccio, la sala operativa della guardia costiera di Otranto ha disposto l’impiego della motovedetta, segnalando l’accaduto alla centrale del 118 di Lecce.

Le operazioni di trasbordo dell’uomo colto da malore, si sono rivelate non tanto agevoli a causa delle condizioni meteo marine: le onde alte circa un metri e venti fino a 15 nodi. Non appena giunto in porto, l’equipaggio della motovedetta ha affidato il marittimo al personale sanitario del 118 presente in banchina.Watermarked1(2018-02-19-1506)-2

Nell’ambito dei controlli sulla filiera della pesca, i militari della guardia costiera di Gallipoli hanno posto sotto sequestro circa 400 esemplari di riccio di mare, che erano esposti alla vendita senza essere in possesso della documentazione attestante la rintracciabilità. Il prodotto ittico, il cui stato vitale è stato certificato dal servizio veterinario dell’Asl di Lecce, è stato rigettato in mare mentre al trasgressore è stata elevata una sanzione di mille e 500 euro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Tallonano la Punto, poi il colpo di pistola per far scendere la vittima

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

Torna su
LeccePrima è in caricamento