Sopreso dai carabinieri mentre spaccia dell'eroina, assolto un 25enne

Il giudice ha accolto la tesi difensiva dell'imputato, in cui l'avvocato ha dimostrato la particolare tenuità del fatto

LECCE – Si è chiuso con un’assoluzione il processo nei confronti di M.L., 25 anni originario di Minervino di Lecce, accusato di spaccio di sostanze stupefacenti. I fatti risalgono al 18 marzo 2017, quando il 25enne fu sorpreso dai carabinieri di Minervino di Lecce in borghese, durante un’operazione finalizzata alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, mentre cedeva della droga a un uomo a bordo di una Fiat Panda tra le vie del paese.

I militari, fermarono l’imputato, in possesso di 50 euro, denaro ritenuto provento dell’attività di spaccio e, poco dopo, riuscirono a bloccare anche la fuga dell’acquirente, in possesso di una modica quantità di eroina.

La difesa di M.L., rappresentata dall’avvocato Rita Ciccarese, è riuscita a dimostrare che l’attività di spaccio posta in essere dal giovane era di particolare tenuità e il giudice Tosi ha assolto l’imputato. L’accusa ha chiesto la condanna ad un anno di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Vino adulterato: dopo i sigilli in estate, maxi sequestro probatorio

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento