Sorpreso mentre tenta un furto, patteggia e ottiene gli arresti domiciliari

Un anno per un 29enne di Taviano al termine del giudizio per direttissima celebrato dinanzi al giudice del Tribunale di Lecce

LECCE – Ha patteggiato una condanna a un anno, al termine del giudizio per direttissima, William Cavalera, il 29enne di Taviano arrestato nei giorni scorsi dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Casarano per furto tentato e consumato. Cavalera, assistito dall’avvocato Stefano Stefanelli, si è avvalso della facoltà di non rispondere nel corso dell’udienza di convalida del fermo. Il giudice ha escluso nei suoi confronti la recidiva e disposto la scarcerazione dalla casa circondariale di Borgo San Nicola, concedendo gli arresti domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 29enne è stato fermato mentre cercava di introdursi in un negozio di abbigliamento. Sono stati alcuni cittadini, residenti in un'abitazione nelle vicinanze, a udire il frastuono a chiamare le forze dell’ordine. Il giovane ladro ha tentato una fuga disperata ma è stato inseguito e bloccato dai carabinieri a bordo delle moto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Malore mentre si trova in acqua: riportato a riva, ma ormai senza vita

  • Auto reimmatricolate in Italia con documenti falsi: un salentino nei guai

  • Paura sulla tangenziale: ragazza perde il controllo e finisce sul guardrail

Torna su
LeccePrima è in caricamento