Sospeso decreto di espulsione per il 36enne accusato di omicidio stradale

Il giudice ha accolto il ricorso del legale del cittadino bulgaro, che potrà dunque presenziare al giudizio nei suoi confronti

LECCE – Era tornato in libertà il 12 giugno scorso, per decorrenza dei termini di carcerazione preventiva. Poche ore dopo, nei confronti di Marin Traykov, il 36enne di origini bulgare arrestato per omicidio stradale aggravato con l’accusa di aver provocato, alla guida della sua Bmw, l’incidente in cui ha perso la vita Albino Saracino, 60enne, e in cui è rimasto gravemente ferito il figlio Davide l’11 dicembre del 2017, il prefetto di Lecce ha emesso un decreto di espulsione dal territorio italiano entro 30 giorni.

Oggi, il giudice del Tribunale civile di Lecce, Piero Primiceri, ha sospeso l’esecuzione del provvedimento accogliendo il ricorso del legale del 36enne, l’avvocato Benedetto Scippa, che in cinque punti ha evidenziato la nullità del ricorso, anche e soprattutto in merito alla presunta pericolosità sociale del suo assistito. La prefettura non si è costituita in giudizio nei dieci giorni precedenti e nell’udienza odierna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Traykov potrà quindi presenziare all’udienza preliminare relativa al procedimento in cui è accusato di omicidio stradale, fissata per il 27 novembre dinanzi al gup Simona Panzera. Il 36enne potrebbe ottenere il permesso di soggiorno per motivi di giustizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si scontra con un'auto e vola dalla bici, grave un 11enne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • In acqua per fare snorkeling, annega mamma 44enne in vacanza

  • Malore mentre si trova in acqua: riportato a riva, ma ormai senza vita

  • Auto reimmatricolate in Italia con documenti falsi: un salentino nei guai

  • Paura sulla tangenziale: ragazza perde il controllo e finisce sul guardrail

Torna su
LeccePrima è in caricamento