Spacciava dai domiciliari, ma "Indiano" fiuta la marijuana e lo incastra

Un 35enne di Arnesano arrestato per la seconda volta in due anni. Blitz nella sua abitazione con il cane antidroga

ARNESANO – A distanza di due anni, Alessandro Mazzeo, oggi 35enne, si ritrova di nuovo nei guai per spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, di Arnesano, era stato infatti fermato nel settembre del 2014 con 300 grammi di marijuana. All’epoca fu scoperto, per la verità, in seguito a un'indagine per furto. I carabinieri cercavano la refurtiva, e ne trovarono una parte. Soprattutto, però, scoprirono anche la sostanza stupefacente.

Ancora una volta, dunque, è la marijuana a provocargli guai. Confinato ai domiciliari, nei pressi di casa, però, si era formato da qualche tempo un viavai piuttosto insolito, non sfuggito ai carabinieri, che hanno predisposto alcuni servizi di osservazione.

In più circostanze hanno così notato persone che si fermavano per alcuni minuti, entravano nell’abitazione di Mazzeo e ne uscivano nell’arco di pochi minuti. Questa mattina, il blitz, insieme ai carabinieri del Nucleo cinofili di Modugno con il cane “Indiano”.

MAZZEO_Alessandro-2“Indiano”, uno che segue le orme con il fiuto, ha scovato in poco tempo circa 450 grammi di marijuana, in due confezioni. Durante la perquisizione, i carabinieri dell’aliquota operativa hanno anche trovato quattro piante di marijuana. Crescevano ognuna nel suo vaso. Recuperati anche un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento dello stupefacente e denaro contante in banconote di piccolo taglio, probabile provento di attività di spaccio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alessandro Mazzeo è stato così condotto in caserma, e dopo essere stato dichiarato in arresto per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, su disposizione del pm turno, Giovanni Gagliotta, è stato condotto in carcere. Stupefacente, denaro e il materiale per il confezionamento sono stati sequestrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

Torna su
LeccePrima è in caricamento