Spaccio di stupefacenti, furti e altri reati: una raffica di controlli e denunce

I carabinieri delle stazioni dipendenti dalla compagnia di Casarano impegnati in una serie di verifiche a tappeto in vari comuni

CASARANO – Oltre all’arresto eseguito ad Alliste, a carico di Andrea Quintino Trianni, un 25enne trovato con una pistola rubata, munizioni e 13 grammi di cocaina, i carabinieri della compagnia di Casarano e delle stazioni dipendenti hanno svolto una serie di numerosi altri controlli, eseguendo un secondo fermo (sempre ad Alliste) e numerose denunce.

SANTORO ALESSANDRO-2I militari della stazione di Racale hanno arrestato, infatti, Alessandro Santoro, un 37enne allistino, in esecuzione di quattro provvedimenti per il ripristino della carcerazione, emessi dalla Procura, per il reato di evasione. Si tratta di fatti accertati in passato, avvenuti fra il 2012 e il 2014, per i quali Santoro è stato condannato a due anni e tre mesi di reclusione. L'uomo è stato condotto in carcere. Aspetto curioso, più di recente (per l’esattezza, all’inizio di agosto), esattamente come Trianni, anche Santoro era stato arrestato per il possesso di una pistola. In quel caso, un revolver calibro 11, con matricola abrasa.  

Spaccio e furto, varie denunce

Vi sono state, poi, come detto, una serie di altre misure, nell’arco degli ultimi giorni. A Taurisano, denunciato per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti C.A., 29enne, trovato in possesso di tre involucri contenenti altrettanti grammi di cocaina, nel corso di una perquisizione. Stesso reato contestato a Melissano a carico di V.C., 37enne, che aveva 1 grammo di cocaina. A Racale, invece, è stato deferito per furto aggravato e ricettazione P.G., 33enne. Durante una perquisizione domiciliare, è stato sorpreso con le chiavi di un’autovettura rubata la notte precedente a una donna del posto e un televisore di marca Samsung, 32 pollici, rubato sempre la notte prima a un uomo.

Furto aggravato è il reato contestato anche a un altro racalino, B.A., 26enne, anche se la vicenda è molto diversa. In questo caso, i carabinieri, con il personale dell’Enel, hanno accertato la manomissione dei sigilli al contatore che serve la sua abitazione, riattivando così in modo fraudolento la distribuzione dell’energia elettrica tramite un collegamento diretto alla linea, provocando un danno di circa 10mila.

Controlli anche sulle strade

A Melissano sono poi state denunciate due donne, già note, dopo essere state individuate quali autrici del furto di svariate bottiglie di liquore per un valore complessivo di circa mille euro, ai danni di un’attività commerciale. Mentre a Collepasso e Matino i carabinieri delle stazioni locali e della sezione radiomobile di Casarano hanno denunciato tre soggetti per  guida sotto l’alterazione da sostanze alcoliche e stupefacenti.

Questi sono stati fermati alla guida delle rispettive autovetture, in evidente stato alterazione psicofisica dovuta al consumo di sostanze stupefacenti. Gli accertamenti, eseguiti in ospedale. Altri tre automobilisti, fra Matino e Ugento, sono invece stati denunciati per essersi rifiutati di farsi sottoporre ai test per verificare l’assunzione di sostanze. Infine, segnalati alla Prefettura cinque giovani per uso personale di stupefacenti e multati 87 automobilisti per il mancato uso delle cinture di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

  • Il giallo del piccolo Mauro: ascoltati per ore i genitori in una località segreta

Torna su
LeccePrima è in caricamento