Spazio ristoro non in regola con i titoli, carabinieri del Noe appongono i sigilli

Raffica di controlli sul litorale di Otranto. Per la quinta volta è scattato un sequestro dentro una struttura ricettiva di località Fontalelle. Questa volta è successo all'interno dell'agriturismo "Li Damiani"

LECCE – E sono cinque. Tanti i sequestri effettuati per casi di abusivismo edilizio in zona sottoposta a vincolo paesaggistico lungo il litorale di Otranto, in località Fontanelle. I carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Lecce stanno battendo questa zona ormai da novembre. Senza sosta. Riscontrando in molte circostanze difformità rispetto a titoli e autorizzazioni.

Questa volta è toccato alla struttura ricettiva “Li Damiani”, agriturismo e b&b, ricevere una visita dei militari diretti dal maggiore Dario Campanella. E anche in questo caso non sono mancate contestazioni.

IMG_20181217_171610-2Nello specifico, i sigilli sono scattati su una struttura di legno di circa 100 metri quadri. Era stata adibita a spazio di ristoro esterno, ma, stando alle verifiche dei carabinieri, sarebbe stata realizzata in difformità rispetti a titolo edilizio e paesaggistico.  I proprietari e gestori della struttura, S.M, 60enne, e S.M. 56enne, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

Da novembre, fino alla prima quindicina di dicembre, come si diceva, sono state diverse le strutture ricettive ispezionate. Problemi di natura edilizia sono stati rilevati anche presso “Tenuta Turchi”, “Corte del Casaro”, “Cicerietria” e “Giardini d’Oriente”. E le attività di controllo vanno ancora avanti. Non si escludono, quindi, ulteriori contestazioni nei prossimi giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Dove c'era il lido, ecco spuntoni e detriti: scattano di nuovo i sigilli

Torna su
LeccePrima è in caricamento