Specchia, il piccolo paradiso vince l'Award Eden 2007

Il Comune del Capo, fra i primi esempi di "albergo diffuso" in Italia, s'è aggiudicato in Portogallo l'ambito riconoscimento, insieme ad altre nove località europee. Esempio di turismo sostenibile

Un'immagine del centro storico di Specchia (foto dal sito www.comune.specchia.lecce.it)
Un piccolo "paradiso" salentino, un grande premio. Insieme ad altri nove comuni europei, Specchia è stato insignito dell'"Award Eden 2007 destinazione europea di eccellenza". La motivazione che ha portato alla nomination e poi alla consegna del premio: Specchia rappresenta in Europa un ottimo esempio di turismo sostenibile. La consegna dell'award è avvenuta nella giornata di ieri, venerdì 26 ottobre, in occasione dell'"6th Etf European tourism forum - VI° Forum internazionale del turismo europeo", in svolgimento a Lagoa, in Portogallo. Il riconoscimento è stato tributato al sindaco del Comune salentino, Antonio Lia, direttamente da Günter Verheugen, vicepresidente della Commissione europea.

Insieme a Specchia sono state premiate anche Pielachtal (valle alpina dell'Austria), il paese di Durby (Belgio), il distretto del Sveti Martin na Muri (Croazia), Troodos, cittadina vicino alla montagna Olympos dell'isola di Cipro, la regione di Florina situata nella Grecia del nord, la località di Orség (Ungheria), il distretto di Clonakilty (Irlanda) e le cittadine di Kuldiga in Lettonia e Nadur a Malta. In occasione del Forum, il Gal del Capo di Santa Maria di Leuca ha evidenziato la ricchezza e la varietà che possono offrire al turista Specchia e l'intero Salento, grazie anche alla crescita economica in sintonia con la sostenibilità sociale, culturale ed ambientale, ottenuta valorizzando una località poco nota fino a qualche tempo fa e non soggetta ad un turismo di massa.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'ottenimento del riconoscimento europeo, determinante è stato il ruolo e l'impegno svolto da oltre 15 anni dal Gruppo d'azione locale del Capo di Santa Maria di Leuca, che, grazie al Programma comunitario "Leader", ha realizzato nel borgo antico di Specchia una tra le prime esperienze di "albergo diffuso" in Italia, in un centro storico formato da un dedalo di stradine, piazzette e case a corte, uno scenario unico in tutta la Puglia, dove le abitazioni, d'antica costruzione, sono state ristrutturate secondo i canoni della tradizione del posto, utilizzando i materiali tipici e le sapienti mani degli artigiani. La valutazione per la scelta della destinazione, avvenuta tra le 141 località italiane candidate per lo stesso riconoscimento, di cui 25 pugliesi, ha evidenziato gli aspetti più rilevanti del sistema di offerta turistica di un paese: qualità dell'ambiente, fattori di attrazione turistica, ricettività e servizi, accesso alla località, particolare attenzione per il turista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

Torna su
LeccePrima è in caricamento