Sradica 300 ulivi senza il permesso, maxi multa. Rifiuti, sigilli a due terreni

La proprietaria di un fondo è stata sanzionata dagli agenti della forestale per circa 20mila euro: manca l'autorizzazione preventiva dell'Ispettorato provinciale dell'agricoltura. Ad Alessano sequestratate due discariche abusive: tre le denunce

Gli ulivi estirpati in serie.

ANDRANO – Lo sradicamento di circa 300 ulivi le è costato una multa di 20mila euro. Una donna originaria di Diso, proprietaria del terreno sul quale insistevano le piante, è infatti stata sanzionata dagli agenti del corpo forestale dello Stato dipendenti dalla stazione di Tricase per aver proceduto all’operazione senza la preventiva autorizzazione dell’Ispettorato provinciale dell’Agricoltura.

Ad Alessano invece, in località Matine, gli agenti hanno sequestrato due terreni, il primo di 60 metri quadrati, il secondo di 5mila. Nel primo caso sono stati denunciati il proprietario del terreno, un 41enne, e il titolare della ditta, di 44, ritenuto responsabile della presenza del materiale di risulta in pietra leccese e carparo. Etrambi sono di Alessano. Nel secondo episodio è stato deferito un 70enne sempre di Alessano, perché sul suo fondo sono stati rinvenuti conci di tufo, blocchi e sacchi in cemento, mattoni forati e parti di pavimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

  • Buco sul muro del negozio di abbigliamento nel centro commerciale: il furto fallisce

  • Violentò la figlia e nacque una bambina: il padre condannato a 30 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento