Temperature elevate e la sala operativa del 115 si “surriscalda”: sterpaglie in fumo

Diversi interventi sono stati eseguiti nel corso della giornata dai pompieri del comando provinciale. Nessuna grave conseguenza, ma preoccupazione in vista dell’estate

Foto di repertorio

LECCE - Temperature da piena estate e i telefoni della sala operativa del 115 si fa "rovente". Diversi interventi, fortunatamente nessuno dei quali gravi, sono stati eseguiti nel corso della giornata dai vigili del fuoco.  

Le sterpaglie sul ciglio della strada e nei campi incolti e lasciati all’incuria hanno prodotto i primi, temuti effetti: gli incendi boschivi sui quali il sindacato dei “caschi rossi” aveva già puntato il dito giorni addietro. I pompieri del comando provinciale, assieme ai colleghi dei distaccamenti locali del Salento, hanno infatti raggiunto alcune località, soprattutto sul litorale Adriatico.

Qui, a causa delle raffiche di vento di tramontana, il fuoco è divampato con molta facilità. Non sono stati registrati danni notevoli, né a cose, né a persone, ma l’attenzione resta alta con la stagione estiva sempre più imminente.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Paura sulla statale: perde il controllo e si schianta contro guardrail e albero

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

Torna su
LeccePrima è in caricamento